Regione Autonoma della Bosnia Occidentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Repubblica
della
Bosnia Occidentale
RepubblicadellaBosnia Occidentale – Bandiera RepubblicadellaBosnia Occidentale - Stemma
RepubblicadellaBosnia Occidentale - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Republika Zapadna Bosna
Lingue ufficiali Serbo-croato
Lingue parlate
Capitale Velika Kladuša
Politica
Forma di Stato Repubblica
Forma di governo Governo militare
Presidente Fikret Abdić
Nascita 1993 con Fikret Abdić
Causa Ribellione e indipendenza
Fine 1995 con Fikret Abdić
Causa Sconfitta militare
Territorio e popolazione
Massima estensione 176 km2 nel 1995
Popolazione 52 908 nel 1991
Economia
Valuta Dinaro della Repubblica Serba
Varie
TLD +387
Religione e società
Religioni preminenti Islam
Evoluzione storica
Preceduto da Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Succeduto da Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina

La Regione autonoma della Bosnia Occidentale (serbo-croato: Autonomna Pokrajina Zapadna Bosna) è stata una unità territoriale amministrativa che esisteva tra il 1993 e il 1995 sul territorio della Bosnia ed Erzegovina durante la guerra in Bosnia (1992-1995). La Regione autonoma della Bosnia Occidentale nel 1995,pochi mesi prima della sua fine fu ribattezzata Repubblica della Bosnia occidentale (serbo-croato: Republika Zapadna Bosna).

La capitale della Bosnia occidentale fu Velika Kladuša (oggi nel Cantone dell'Una-Sana).

L'indipendenza fu proclamata nel 1993 dai musulmani locali contrari alla politica del governo bosgnacco a Sarajevo. Presidente della Bosnia occidentale è stato Fikret Abdić.

La Bosnia Occidentale ha collaborato con la Repubblica Serba, la Repubblica Serba di Krajina, Serbia e Croazia durante la disgregazione della Jugoslavia, contro l'Armata della Repubblica di Bosnia ed Erzegovina (ARBiH).

Il territorio della Bosnia occidentale fu sotto assedio da parte dell'ARBiH dal 1994. Un anno dopo,la Repubblica della Bosnia occidentale cessò formalmente di esistere.

Quello stesso anno, i suoi soldati furono sconfitti dall'esercito bosgnacco-croato. Fikret Abdić in Croazia è stato condannato a 15 anni di carcere per crimini di guerra.