Regina Berùthiel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Berùthiel
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Autore John Ronald Reuel Tolkien
Specie Uomini
Sesso Femmina
Etnia Dúnedain (Gondoriani)

Berùthiel è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Era la perfida e solitaria moglie di Tarannon, dodicesimo Re di Gondor (T.E. 830-913) e primo dei "Re Navigatori".

Risiedeva nella casa del Re ad Osgiliath, detestava i suoni e gli odori del mare; indossava solo vestiti neri o argento poiché odiava colori e ornamenti elaborati. Viveva in stanze spoglie e vuote con nove gatti neri e uno bianco, suoi schiavi, con i quali conversava o li usava come spie per scoprire i segreti di Gondor. Utilizzava il gatto bianco per tormentare quelli neri e per leggere nelle loro menti cosicché nessuno a Gondor osava toccarli e tutti ne avevano paura e imprecavano quando li vedevano passare.

Successivamente il nome di Berùthiel venne cancellato dal Libro dei Re e Tarannon la caricò su una nave, sola con i suoi gatti, e l'abbandonò al vento del nord: la nave venne vista passare veloce davanti a Umbar con un gatto sull'albero maestro e un altro a far da polena.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien