Regale (strumento musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un regale.
Aiuto
Suono del regale. (info file)

Con regale ci si riferisce a un piccolo organo positivo, particolarmente popolare fra il XV e il XVII secolo.

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Il regale è uno strumento musicale aerofono a tastiera dotato di ancia battente e di due mantici. Il suono è prodotto dalle ance fissate su fessure realizzate sulla tabula summa. L'estensione più comune per la tastiera del regale è di quattro ottave, in genere con la prima ottava corta. Il regale, grazie alle sue piccole dimensioni, era facilmente trasportabile, e il suo uso maggiore era nelle chiese.

Nonostante questo, Michael Praetorius, nel 1618, parlò di un grosso regale in uso presso alcune corti principesche tedesche, dotato di registri da 8' e 4', e, talvolta, 16', con due mantici all'interno della cassa. Una versione più piccola del regale, e più diffusa a causa della struttura pieghevole, è il Bibelregal.

Esiste anche un omonimo registro, molto utilizzato dagli organari a partire dal XVI secolo, il cui suono è prodotto allo stesso modo del regale.

Claudio Monteverdi, nel 1607, inserì il regale nella sua opera L'Orfeo.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alphonse Mustel, L'orgue-harmonium in Encyclopédie de la musique et dictionnaire du conservatoire, vol. 2, Parigi, Librarie Delagrave, 1925, pp. 1378.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]