Refused

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Refused
Dennis Lyxzén, Refused
Dennis Lyxzén, Refused
Paese d'origine Svezia Svezia
Genere Hardcore punk[1]
Alternative rock[1]
Alternative metal[1]
Rock sperimentale[2]
Rock progressivo[2]
Punk rock[1]
Periodo di attività 1992- 1998
2012 -in attività [3]
Etichetta Burning Heart Records
Album pubblicati 6
Studio 4
Raccolte 2
Gruppi e artisti correlati AC4
Final Exit
The (International) Noise Conspiracy
93 Million Miles
TEXT
Invasionen
Sito web

I Refused sono un gruppo hardcore punk[1] svedese, formato a Umeå nel gennaio 1992 da Dennis Lyxzén, cofondatore del movimento culturale Church of Noise con Sir Bob Cornelius Rifo, David Sandström, Pär Hansson e Jonas Lidgren. La rivista Kerrang! ha inserito l'album della band del 1998 The Shape of Punk to Come al 13º posto nella lista dei suoi 50 Album Più Influenti di Tutti i Tempi del 2003[4].

Nell'anno di formazione hanno pubblicato la loro prima demo, Refused. La band ha inciso un'altra demo, cinque EP e tre album studio (non comprese le raccolte The Demo Compilation e The EP Compilation) prima di sciogliersi nel 1998.

La formazione finale era formata da Dennis Lyxzén, David Sandström, Kristofer Steen e Jon Brännström. Assieme hanno pubblicato Songs to Fan the Flames of Discontent (1996) e l'ultimo album The Shape of Punk to Come. In questo album hanno influito fortemente altre band hardcore, come Nation of Ulysses, Born Against, così come le opere di Karl Marx, di Errico Malatesta e del Situationist International. La band era anche ben conosciuta per lo stile di vita vegano e straight edge. I Refused si sciolsero quello stesso anno dopo aver consumato tutta la loro energia creativa e per voler tentare cose nuove.

Il cantante Dennis Lyxzén ha formato i The (International) Noise Conspiracy ed i 93 Million Miles mentre gli altri componenti hanno formato il gruppo TEXT. Dennis Lyxzén e David Sandström nel 2004 hanno fondato assieme ad alcuni amici i The Lost Patrol Band. Kristofer Steen è ora un regista ed ha girato un documentario sull'ultimo anno di esistenza della band chiamato Refused Are Fucking Dead.

Il 7 giugno 2010 la Epitaph Records ha pubblicato un'edizione deluxe di The Shape of Punk to Come consistente in tre dischi. All'album sono stati accorpati un live inedito tenutosi ad Umeå ed il documentario Refused Are Fucking Dead.[5]

Il 9 gennaio 2012 la band annuncia il proprio ritorno per un tour estivo,[3] che coprirà l'Europa, gli Stati Uniti, il Canada e il Giappone e li vedrà partecipare a festival musicali tra i quali Rock am Ring a Norimberga, il Download Festival a Donington e l'Hellfest a Clisson.[6]

Influenze[modifica | modifica sorgente]

I Refused appartengono alla politica della sinistra radicale e dell'anticapitalismo, con un suono che rende omaggio a The Nation of Ulysses e Born Against. Prima che il fenomeno hardcore di Umeå fiorisse del tutto, la band faceva parte della scena giovanile sorta attorno al locale Galaxen, oltre che alla scena punk-rock e metal di band come i Meshuggah.[senza fonte]

Il batterista David Sandström ha affermato che prima che si formasse la band, lui era un "ragazzo fan del death metal e sniffa-colla", ma anche fan degli Step Forward, l'embrione dei Refused. Quando gli Step Forward si sciolsero l'amicizia tra David e Dennis Lyxzen divenne più forte, Dennis lo portò a casa e gli fece ascoltare l'album We're Not in This Alone degli Youth of Today più volte di seguito in una stanza da solo.[7]

L'album This Just Might Be... the Truth è stato in gran parte influenzato dai gruppi hardcore americani famosi a quel tempo (come gl Earth Crisis), nonché da varie bande della scena hardcore di New York. Dal momento della sua apparizione, la band aveva già una forte spinta oppositoria.[8]

Nel suo secondo album, Songs to Fan the Flames of Discontent, la band adottò un suono più pesante, in gran parte a causa del fatto che Dennis utilizzò uno stile urlato, invece che cantato ad alta voce.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Split[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Colonne sonore[modifica | modifica sorgente]

Videografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (EN) Refused, allmusic.com. URL consultato il 14 marzo 2009.
  2. ^ a b Refused - New Noise Spawns Nu Shame • Interviews • exclaim.ca
  3. ^ a b (EN) The official statement, officialrefused.com, 9 gennaio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  4. ^ http://www.burningheart.com, burningheart.com, burningheart.com.
  5. ^ (EN) The Shape of Punk to Come to be released as a deluxe edition, ventvox.com, 5 maggio 2010. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  6. ^ (EN) LIVE, officialrefused.com. URL consultato il 24 maggio 2012.
  7. ^ Documentary on "the vegan movement" aired on Swedish Radio P3 in November 2008 http://www.sr.se/sida/artikel.aspx?ProgramId=2519&artikel=2465680 ; http://www.sr.se/laddahem/podradio/SR_p3_dokumentar_081124015419.mp3
  8. ^ http://www.allmusic.com/album/r272829
  9. ^ (EN) Friday Night Lights (2004) - Soundtracks, italian.imdb.com. URL consultato il 6 giugno 2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Michael Cyris. Die Popularisierung des Revolutionären am Beispiel der schwedischen Hardcore-Punkband REFUSED. Grin Verlag, 2011. ISBN 9783640958481