Referendum polacco del 2003

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
% di voti per Voivodato
% di voti - voti all'estero

Il referendum polacco relativo all'ingresso della Polonia nell'Unione europea, anche conosciuto in Polonia come Referendum polacco o Referendum di ingresso (in polacco: referendum europejskie o referendum akcesyjne) riguardò la ratifica del Trattato di Atene da parte dello stato polacco. Il referendum si svolse nel corso di due giorni, il 7 e l'8 giugno 2003.

I polacchi risposero alla seguente domanda:

Approvi l'ingresso della Repubblica Polacca nell'Unione europea?[1]

Secondo i risultati ufficiali polacchi, votò il 58,85% della popolazione (17.586.215 persone). Il 77,45% di essi (13.516.612) rispose di sì; il 22,55% (3.936.012) rispose negativamente.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Il 77,45% dei cittadini polacchi che votarono al referendum approvarono l'accesso della Polonia nell'UE

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La domanda in polacco: "Czy wyraża Pan/Pani zgodę na przystąpienie Rzeczypospolitej Polskiej do Unii Europejskiej?"