Red Eye

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« A volte alle persone buone capitano brutte cose »
(Jackson Ripnner)
Red Eye
Red Eye film.JPG
Cillian Murphy in una scena del film
Titolo originale Red Eye
Paese di produzione USA
Anno 2005
Durata 86 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia Wes Craven
Soggetto Carl Ellsworth
Sceneggiatura Carl Ellsworth
Fotografia Robert D. Yeoman
Montaggio Sheldon Kahn
Musiche Marco Beltrami
Scenografia Bruce Alan Miller
Costumi Mary Claire Hannan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Red Eye è un film thriller del 2005 diretto da Wes Craven.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lisa (Rachel McAdams) è una giovane dirigente del Lux Atlantic, un lussuoso albergo a Miami (Florida). L'aereo che dovrebbe portarla a Miami però è in ritardo. Durante l'attesa all'imbarco conosce un giovane uomo di nome Jackson (Cillian Murphy), che la invita al bar a bere qualcosa ed iniziano a conversare. Quando finalmente finisce l'attesa e vengono imbarcati, Lisa scopre che proprio lui le siederà accanto. Proseguendo la loro conversazione, Lisa scopre che Jackson non è quello che si aspettava: è infatti un terrorista che, assieme ad altri suoi compagni, sta complottando l'assassinio di un politico (Jack Scalia) e della sua famiglia che soggiorneranno nell'hotel dove lei lavora; ad aggravare la situazione, lei deve diventare loro complice, altrimenti suo padre verrà assassinato. Il piano implica che lei faccia una telefonata all'albergo chiedendo di cambiare la stanza, in modo da attivare il complotto dei terroristi. Una passeggera chiede aiuto a Jackson per sistemare un bagaglio e nel frattempo una signora chiede a Lisa di spiegarle una frase di un libro da lei regalato. Lei le scrive un messaggio che poi viene scoperto da Jackson e per farla smettere le dà una testata. Svegliatasi deve rifare la chiamata ma cade la linea così Lisa chiede di poter andare in bagno. All'interno comincia a sfogarsi e col sapone scrive un messaggio sullo specchio. Scoperta da Jackson entra anche lui in bagno e cercando di soffocarla la minaccia di smetterla di mettersi in mostra. Tornati a posto Jackson la obbliga a chiamare e questa volta la controlla. Finito il viaggio prima di scendere dall'aereo Lisa riesce a colpirlo alla gola con una penna, mentre stanno tutti ritirando la propria roba. Vista la presenza di testimoni per questo suo gesto, inizia a scappare. Riesce a rubare una macchina, e telefona all'albergo, dove ordina all'amica Cynthia (Jayma Mays) di attivare l'allarme antincendio, e di far uscire tutti dall'albergo, riuscendo finalmente a salvare il politico e la famiglia dal missile che si è scaraventato nella loro stanza. Lisa torna a casa dove prima incontrerà un uomo, che stava per andare a uccidere suo padre, e riesce ad investirlo e a ucciderlo. Dopo di che sorprende anche Jackson che era riuscito a raggiungerla. Lisa va al piano di sopra e si nasconde. Ben presto richiude la porta alle sue spalle di una camera, per evitare che lui possa entrare, ma lo trova dietro e inizia a colpirlo. Dopo essere stata salvata dal padre, che ha ucciso Jackson, torna in albergo dove viene ringraziata dal politico e subito dopo brinda con l'amica Cynthia.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema