Recettore dell'insulina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Insulina.
Recettore dell'insulina
Struttura chimica
Rappresentazione tridimensionale dell'ectodominio (dominio che si estende nello spazio extracellulare) del recettore dell'insulina (PDB 3LOH)[1]
Gene
HUGO 6091
Entrez 3643
Locus Chr. 19 p13.2
Proteina
OMIM 147670
UniProt P06213
PDB 3LOH
Enzima
EC number 2.7.10.1

Il recettore dell'insulina è un recettore transmembrana appartenente alla famiglia dei recettori tirosin-chinasici ed è attivato dall'insulina. Tale recettore è espresso nei tessuti caratteristici della risposta insulinica, cioè nel fegato, nel muscolo striato e nel tessuto adiposo.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

L'IR è costituito da due subunità α extracellulari bersaglio dell'insulina legate con ponti disolfuro a due subunità 2 β intracellulari le quali hanno attività tirosino-chinasica.

Funzionamento[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Recettore transmembrana.

Il legame dell'insulina determina l'avvicinamento delle due subunità β e ne permette l'autofosforilazione. Il recettore attivato può a sua volta aggiungere gruppi fosfati su determinate tirosine di specifici substrati che a loro volta possono attivarne altri e permettere così la propagazione del segnale con un effetto a cascata. Uno dei primi elementi che viene attivato è la proteina IRS-1 (Insuline Receptor Substrate) la quale attiva a sua volta l'enzima fosfoinositide 3 chinasi o PI3-K che attiva la via Akt\mTOR. Tale via metabolica innesca meccanismi di sopravvivenza, di resistenza all'apoptosi e permette la proliferazione della cellula. Ma l'effetto più evidente innescato dalla PI3-K è la fusione delle vescicole citoplasmatiche contenenti GLUT-4 con la membrana plasmatica, permettendo così alla cellula di assorbire più efficacemente il glucosio extracellulare.

Effetti[modifica | modifica sorgente]

(Vedi insulina)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Brian J. Smith et al., Structural resolution of a tandem hormone-binding element in the insulin receptor and its implications for design of peptide agonists in PNAS, vol. 107, nº 15, 2010, pp. 6771-6776, DOI:10.1073/pnas.1001813107.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]