Recaredo II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Recaredo II
24-RECAREDO 2.JPG
Re dei Visigoti
In carica 621 - 621
Predecessore Sisebuto
Successore Suintila
Morte 621
Padre Sisebuto

Recaredo II dei Visigoti, Recaredo, anche in spagnolo, in catalano ed in portoghese (... – 621), fu re dei visigoti per poche settimane nel 621.

Origine[1][modifica | modifica sorgente]

Figlio del re dei visigoti Sisebuto e di sua moglie di cui non si conoscono né gli ascendenti né il nome.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 621, alla morte del padre, gli succedette ancora bambino.

Poche settimane dopo morì, molto probabilmente, o quasi sicuramente, di morte provocata. Ciò permise all'uomo forte della situazione, il generale Suintila, che si era messo in mostra durante la guerra contro i Bizantini, di essere eletto re dei Visigoti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Dinastie dei Visigoti

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rafael Altamira, La Spagna sotto i Visigoti, in Storia del mondo medievale, vol. I, 1999, pp. 743-779

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Sovrani visigoti Successore
Sisebuto 621 Suintila

Controllo di autorità VIAF: 89887759