Reazione di Gomberg-Bachmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La reazione di Gomberg-Bachmann è una reazione di accoppiamento arile-arile via sali di diazonio. La reazione deve il suo nome ai chimici statunitensi Moses Gomberg e Werner Emmanuel Bachmann, che la introdussero nel 1924.[1][2][3] Con questa sintesi si possono preparare difenili simmetrici e non simmetrici. Lo schema generale di reazione è:

Gomberg-Bachmann reaction

Il composto arilico 1 (benzene nello schema) è accoppiato con una base al sale di diazonio 2 formando il difenile 3 attraverso un radicale arilico intermedio. Ad esempio, si può preparare il p-bromodifenile a partire da 4-bromoanilina e benzene:[4]

BrC6H4NH2 + C6H6 → BrC6H4−C6H5

La reazione si presta ad ampie variazioni sia della componente arilica che di quella del sale di diazonio, ma seguendo la procedura originale le rese sono in genere basse (meno del 40%) perché i sali di diazonio danno luogo a molte reazioni secondarie. Sono stati suggeriti molti miglioramenti. Una possibilità è usare tetrafluoroborati di diazonio in solventi arenici assieme a catalisi per trasferimento di fase,[5] un'altra è usare 1-aril-3,3-dialchiltriazeni.[6]

Una variante intramolecolare che dà risultati migliori è la reazione di Pschorr:[7][8]

Pschorr reaction

Il gruppo Z può essere di vario tipo, ad esempio CH2, CH2CH2, NH e CO (per ottenere fluorenone[9]).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. Gomberg e W. E. Bachmann, The synthesis of biaryl compounds by means of the diazo reaction in J. Am. Chem. Soc., vol. 46, nº 10, 1924, pp. 2339–2343, DOI:10.1021/ja01675a026.
  2. ^ M. B. Smith e J. March, March's advanced organic chemistry: reactions, mechanisms and structure, Wiley & Sons, 2001, ISBN 0-471-58589-0.
  3. ^ R. Bolton e G. Williams, Homolytic arylation of aromatic and polyfluoroaromatic compounds in Chem. Soc. Rev., vol. 15, 1986, pp. 261-289, DOI:10.1039/CS9861500261.
  4. ^ M. Gomberg e W. E. Bachmann, p-Bromobiphenyl in Org. Synth., Coll. Vol. 1, 1941, p. 113. URL consultato l'8-1-2011.
  5. ^ J. R. Beadle, S. H. Korzeniowski, D. E. Rosenberg, B. J. Garcia-Slanga e G. W. Gokel, Phase-transfer-catalyzed Gomberg-Bachmann synthesis of unsymmetrical biarenes: a survey of catalysts and substrates in J. Org. Chem., vol. 49, nº 9, 1984, pp. 1594–1603, DOI:10.1021/jo00183a021.
  6. ^ T. B. Patrick, R. P. Willaredt e D. J. DeGonia, Synthesis of biaryls from aryltriazenes in J. Org. Chem., vol. 50, nº 13, 1985, pp. 2232–2235, DOI:10.1021/jo00213a007.
  7. ^ (DE) R. Pschorr, Neue Synthese des Phenanthrens und seiner Derivate in Ber. deutsch. chem. Ges., vol. 29, nº 1, 1896, pp. 496-501, DOI:10.1002/cber.18960290198.
  8. ^ K. K. Laali e M. Shokouhimehr, The Pschorr reaction, a fresh look at a classical transformation in Curr. Org. Synth., vol. 6, nº 2, 2009, pp. 193-202, DOI:10.2174/157017909788167275.
  9. ^ S. A. Chandler, P. Hanson, A. B. Taylor, P. H. Walton e A. W. Timms, Sandmeyer reactions. Part 5. Estimation of the rates of 1,5-aryl/aryl radical translocation and cyclisation during Pschorr fluorenone synthesis with a comparative analysis of reaction energetics in J. Chem. Soc., Perkin Trans. 2, 2001, pp. 214-228, DOI:10.1039/B006184K.
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia