Reazione chimica dei funghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Reazione all'aria - pori di Xerocomus badius

Si parla di reazioni chimiche dei funghi quando le sostanze in essi contenute reagiscono in maniera appariscente, generando mutamenti di colore a contatto con particolari reagenti.

Si definiscono reazioni “macrochimiche” o “macroreazioni” tutte quelle reazioni i cui effetti si possono osservare ad occhio nudo, mentre si definiscono “reazioni microchimiche” o “microreazioni” tutte quelle i cui effetti sono visibili solo attraverso il microscopio.

Le reazioni chimiche sono molto importanti nell'identificazione di alcuni gruppi di funghi, come i generi Cortinarius e Russula, con caratteristiche molto omogenee.

Reazioni macrochimiche[modifica | modifica sorgente]

Reagente di Melzer[modifica | modifica sorgente]

Il saggio con questo reagente serve per accertare l'eventuale amiloidia delle spore. Deposta una goccia del reagente a contatto con un sufficiente deposito di spore, il viraggio al grigio-blu nerastro o al porpora-azzurro brunastro, decreta l'amiloidia delle stesse. Il reagente di Melzer è composto da:

Danno reazione positiva al test le seguenti specie:

Reazione incrociata di Schaeffer[modifica | modifica sorgente]

È un saggio utile per la determinazione delle specie appartenenti al genere Agaricus. Usando una bacchetta di vetro intinta in olio di anilina si traccia una linea sulla cuticola del cappello ed un'altra perpendicolarmente alla prima, con un'altra bacchetta di vetro intinta in acido nitrico concentrato. Nel caso di reazione positiva il punto di intersezione tra le due linee si colora rapidamente di giallo-oro o giallo-arancio.

Danno reazione positiva al test le seguenti specie:

Reazione con solfato ferroso[modifica | modifica sorgente]

Utilizzato nella determinazione delle Russule della sezione Virdantianae o su carne dell'Amanita phalloides provoca il viraggio della carne a giallo verdastra.

Altre macroreazioni degne di nota sono quelle che avvengono con un reagente naturale quale l'aria (ossigeno) e si manifestano attraverso il viraggio della carne al tatto o al taglio (es. Boletus spp.) o del latice (es. Lactarius spp.).

Reazioni microchimiche[modifica | modifica sorgente]

Anche nell'osservazione dei caratteri microscopici è previsto l'utilizzo di alcuni reagenti chimici, grazie ai quali si possono avere maggiori e migliori informazioni. Alcuni sostanze utili, ad esempio, sono i coloranti, che consentono di osservare in maniera più dettagliata gli elementi del fungo ialini, cioè privi di colore, e che perciò hanno poco contrasto.

Macroreagenti[modifica | modifica sorgente]

Basi forti[modifica | modifica sorgente]

Soluzioni concentrate al 20-30 % di soda (NaOH) e di potassa (KOH), utili per i Cortinari, trovano impiego nella sistematica pratica dei funghi come anche l'idrossido di ammonio (NH4OH ), usato sia in soluzione sia sotto forma di vapori.

Nella seguente tabella sono riportate le principali reazioni con soda.

Specie Parte che si colora Come si colora
Russula foetens Tutto Crema-pallido
Russula subfoetens Tutto Giallo-cromo istantaneo
Bolelus sibiricus Carne Rosa

Nella seguente tabella sono riportate le principali reazioni con ammonio.

Specie Parte che si colora Come si colora
Boletus spadiceus Cappello Subito verde-azzurro
Cortinarius inamoenus Carne Giallo-vivo
Cortinarius latus Carne Giallo-vivo
Cortinarius largus Carne Giallo-vivo
Cortinarius variecolor Carne Giallo-vivo
Cortinarius nemorensis Carne Giallo-vivo
Cortinarius balteatus Carne Bruna a bordo giallo
Cortinarius subbalteatus Carne Bruna a bordo giallo
Cortinarius balteatocumatilis Carne Bruna a bordo giallo
Cortinarius crassus Carne Bruna a bordo giallo
Cortinarius pseudocrassus Carne Bruna a bordo giallo
Cortinarius balteatoalbus Carne Bruna a bordo giallo
Cortinarius orichalceus Carne Verde
Cortinarius prasinus Carne Verde
Cortinarius xanthophyllus Carne Verde
Cortinarius dibaphus Carne Rosa-rosso
Cortinarius arcuatorum Carne Rosa-rosso
Cortinarius fulvoincarnatus Carne Rosa-rosso
Phylloporus rodoxanthus Carne Blu
Lepiota badhamii Lamelle Verdi
Lactarius turpis Carne Porpora
Russula sardonia Tutto Rosa
Russula virescens Base del Gambo Rosso-arancio
Botetus satanas Pori Verdastri
Russula cavipes Tutto Rosa

Acidi forti[modifica | modifica sorgente]

Soluzioni concentrate di acido solforico (H2SO4) e acido nitrico (HNO3), danno reazioni con i Cortinari.


Reazioni con acido solforico:

Specie Parte che si colora Come si colora
Boletus plorans Pori Gialli
Boletus subtomentosus Carne Rosso

Sali di ferro[modifica | modifica sorgente]

  • Il solfato di ferro (FeSO4), in cristalli o in soluzione acquosa al 10% è impiegato per le Russule;
  • il cloruro ferrico (Fe2Cl6), in soluzione acquosa al 20%, è impiegato con i Cortinari.

Nella tabella le principali reazioni con solfato di ferro:

Specie Parte che si colora Come si colora
Amanita pantherina var. abietum Carne Grigio-verde poi rosa, infine rosso-bruno
Clitocybe connata Lamelle Violette
Lactarius volemus Carne Verde
Russula vesca Tutto Ocra-arancio vivace
Russula grisea Tutto Rosa-arancio
Russula alutacea Tutto Arancio
Russula aurata Tutto Giallo-arancio debole
Russula delica Tutto Giallo-arancio
Russula nigricans Tutto Verde scuro
Russula albonigra Tutto Rosa-Carnernicino chiaro
Russula adusta Tutto Arancio, poi oliva
Russula agrifolia Tutto Arancio pallido, poi grigio-verde
Russula densifolia Tutto Verde-oliva
Russula mustelina Tutto Arancio-bruno vivo
Russula medullata Tutto Arancio-pallido
Russula ochroleuca Tutto Arancio-pallido
Russula luteotacta Tutto Grigio-arancio debole
Russula pseudointegra Tutto Ocra-pallido
Russula liliacea Tutto Rosso-pallido
Russula chamaleontina Tutto Grigiastra
Russula vitellina Tutto Rosa
Russula font-queri Tutto Giallo-arancio
Russula nauseosa Tutto Rosa
Russula faginea Tutto Verde istantaneo
Russula xerampelina Tutto Verde-scuro intenso
Russula graveolens Tutto Verde-scuro
Russula cicatricata Tutto Verde-bronzo
Russula cerulea Tutto Arancio
Botetus oxidabile Carne Verde-giallo
Boletus holopus Carne Grigia
Boletus duriusculus Carne Verde-scuro
Botetus scaber Carne Grigio-blu
Boletus griseus Carne Verde-scuro o grigio-azzurra
Russula heterophylla Tutto Rosa-arancio
Russula olivacea Tutto Arancio-vivo
Russula rubroalba Tutto Giallo-arancio
Russula romellii Tutto Arancio-pallido
Russula amoenicolor Tutto Arancio-pallido

Reattivo Tl-4[modifica | modifica sorgente]

È impiegato per lo studio dei Cortinari ma dà reazioni utili anche con altri funghi. Il Tl-4 si prepara come segue: si scioglie 1g di ossido di tallio in acido nitrico (4 cc) e acido cloridrico concentrati (4 cc), alla soluzione si aggiunge, un po' alla volta e osservando la massima cautela, 1 g di bicarbonato di sodio. Se positive da colorazioni gialle, rosse, verdastre o viola.

Fenolo[modifica | modifica sorgente]

In soluzione acquosa al 2 % reagisce nel tempo con la carne di quasi tutti i funghi; la rapidità della reazione (circa un minuto), è un carattere specifico di alcuni funghi quali le Russule.

In tabella si riportano le principali reazioni con il fenolo.

Specie Parte che si colora Come si colora
Amanita pantherina Carne Rosso-vinato
Amanitopsis fulva Carne e Gambo Bruno-cioccolato
Amanitopsis crocera Carne e Gambo Rosso-vinoso
Russula integra Tutto Bruno-cioccolato
Russula olivacea Tutto Viola-porpora vivace
Russula rubroalba Tutto Rosso-scuro
Russula curtipes Tutto Bruno-chiaro
Russula romellii Tutto Bruno-ciccolato
Russula pseudodelica Tutto Bruno-lilla
Russula amoena Tutto Violetto-vinato
Russula amoenicolor Tutto Bruno-vinato lento
Russula violeipes Tutto Bruno-cioccolato lento
Russula ilicis Tutto Bruno-porpora

Anilina[modifica | modifica sorgente]

L'olio di anilina passato sulla cuticola permette di distinguere i prataioli in due grossi gruppi, a seconda se reagiscono in giallo o no. La traccia dell'anilina intersecata con una di acido nitrico concentrato può dare un'importante reazione, colorata in giallo arancio, denominata "reazione incrociata di Schaeffer". Mescolando qualche goccia di olio di anilina in acqua si ottiene l'acqua di anilina, un reattivo importante per le Russule.

Fenolanilina[modifica | modifica sorgente]

È un reagente impiegato per saggio sui Cortinari e se positiva da reazioni lente con colorazioni rosse. Si prepara aggiungendo 3 gocce di olio di anilina a 5 gocce di acido solforico concentrato e mescolando il tutto con 10 ml di fenolo al 2%.

Lugol[modifica | modifica sorgente]

Soluzione acquosa iodata impiegata per individuare i funghi con carne o elementi amiloidi, cioè che reagiscono in blu-viola come l'amido. È composto da 1 g di iodio, 2 g di ioduro di potassio (KI) sciolti in 150-200 ml di acqua distillata. È utilizzato per saggi sui Cortinari.

Reattivi fenolossidasici[modifica | modifica sorgente]

Non sono sempre specifici, ma danno delle reazioni colorate con la carne dei funghi.

I più utilizzati sono:

guaiacolo
resina di guaiaco in acqua, che reagisce in rosso;
tintura di guaiaco
resina di guaiaco in alcool al 60-70%, che reagisce in blu;
piramidone
in soluzione acquosa, reagisce in viola;
naftolo-α
soluzione in alcool al 30 %, in grigio-violaceo;
tirosina
reagisce prima in rossastro poi diventa nera.


Principali reazioni con tintura di guaiaco.

Specie Parte che si colora Come si colora
Russula heterophylla Tutto Bruno-scuro
Russula virescens Tutto Rosso-vinoso intenso
Russula pseudodelica Tutto Blu-verde
Russula violeipes Tutto Blu-verde
Russula fragilis Tutto Verdastra
Russula rhodopoda Tutto Blu-nero intenso
Russula unicolor Tutto Blu-vivace
micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia