Reattore nucleare CPR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Reattore nucleare CPR (China Pressurized Reactor, o conosciuto anche come improved Chinese PWR) è una filiera di reattori nucleari ad acqua pressurizzata di II+ generazione.

Il Progetto[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche generali del progetto base
Potenza elettrica (netta) 1000MWe
Elementi di combustibile 157
Vita operativa (stimata) 60 anni

È stato progettato dalla AREVA per il mercato cinese, ha controlli e strumentazioni digitali, con una aspettativa di funzionamento di 60 anni ed una potenza elettrica di 1000 MW netti (1080 MW lordi). Il reattore è stato disegnato per un grande risparmio economico rispetto ad altri modelli al momento in commercio o allo studio, il costo di costruzione è inferiore a 10.000 ¥/kW (1500$/kW). Il tempo di costruzione del reattore è attorno alle 52 settimane.[1] Assieme all'AP1000 sarà, secondo le previsioni, il reattore più presente in Cina nei prossimi decenni.

La casa produttrice francese mantiene i diritti intellettuali sul reattore, questo impedisce la possibilità per la Cina di vendita all'estero del reattore senza un accordo preventivo con la casa produttrice; questo fa sì che il reattore non entri in competizione con l'Atmea.

Evoluzioni e modifiche al progetto base[modifica | modifica wikitesto]

Reattore ACPR[modifica | modifica wikitesto]

Gli ACPR-1000 sono una futura evoluzione di questo modello di reattori. Shanming Zhang, presidente della CGNPC, ha annunciato a fine novembre 2010 che in futuro il design del CPR potrebbe essere esportato all'estero: infatti entro il 2013 una ulteriore evoluzione del progetto renderà il progetto libero dai vincoli di proprietà intellettuale detenuti al momento dall'AREVA, risultando il progetto come un reattore di III gen, ed esportabile in altri paesi.[2]

Reattore CPR1000+[modifica | modifica wikitesto]

Il CPR nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Reattori operativi
dati aggiornati alla rispettiva pagina nazionale
Centrale Potenza netta
(MW)
Modello Inizio costruzione Allacciamento alla rete Produzione commerciale Dismissione
(prevista)
Ling Ao (Cina)
(Fase II, Reattori 1 e 2)
2x1007 CPR1000 15 dicembre 2005
15 giugno 2006
15 luglio 2010
3 maggio 2011
20 settembre 2010
7 agosto 2011
Ningde (Cina)
(Reattori 1 e 2)
2x1018 CPR1000 18 febbraio 2008
12 novembre 2008
28 dicembre 2012
4 gennaio 2014
15 aprile 2013
inizio 2014
Hongyanhe (Cina)
(Reattori 1 e 2)
2x1000 CPR1000 18 agosto 2007
28 marzo 2008
17 febbraio 2013
23 novembre 2013
7 giugno 2013
fine 2013
Yangjiang (Cina)
(Reattore 1)
1000 CPR1000 16 dicembre 2008 31 dicembre 2013 inizio 2014
Totale in funzione: 7 reattori per complessivi 7.000 MW circa
Reattori in costruzione
Centrale Potenza netta
(MW)
Modello Inizio costruzione Allacciamento alla rete
(previsto)
Produzione commerciale
(previsto)
Costo
(previsto)
Fangchenggang (Cina)
(Reattore 1 e 2)
2x1000 CPR1000 30 luglio 2010
29 dicembre 2010
2015
2015
2015
2015
Fangjiashan (Cina)
(Reattori 1 e 2)
3x1000 CPR1000 26 dicembre 2008
17 luglio 2009
2013
2014
2013
2014
Fuqing (Cina)
(Reattori 1-4)
4x1000 CPR1000 26 dicembre 2008
17 luglio 2009
31 dicembre 2010
17 novembre 2012
2013
2014
2015
2017
2013
2014
2015
2017
1296 $/kW
Hongyanhe (Cina)
(Reattori 3 e 4)
2x1000 CPR1000 7 marzo 2009
15 agosto 2009
2013
2014
2013
2014
1530 $/kW
Ningde (Cina)
(Reattori 3 e 4)
2x1018 CPR1000 8 gennaio 2010
29 settembre 2010
2014
2015
2014
2015
1654 $/kW
Yangjiang (Cina)
(Reattori 1-4)
3x1000 CPR1000 4 giugno 2009
15 novembre 2010
17 novembre 2012
2014
2015
2017
2014
2015
2017
Yangjiang (Cina)
(Reattori 5 e 6)
2x1000 CPR1000+[3] 18 settembre 2013
23 dicembre 2013
2018
2018
2018
2018
Totale in costruzione: 17 reattori per complessivi 17.000 MW circa
Reattori pianificati ed in fase di proposta
Sono programmati e proposti in Cina, al vaglio le versioni evolute in altri stati.
NOTE:
  • Il design del reattore è stato studiato per il mercato cinese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ possibile errore della fonte, tutti i reattori hanno tempi di costruzione previsti in 52 mesi o meno
  2. ^ China prepares to export reactors
  3. ^ La IAEA non riporta differenze rispetto al modello base

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

energia nucleare Portale Energia nucleare: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di energia nucleare