Reattore chimico batch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Schematizzazione di un reattore batch.

Un reattore chimico di tipo batch è un'apparecchiatura utilizzata per lo svolgimento di reazioni chimiche in maniera discontinua. È in genere costituito da un recipiente con un sistema di agitazione e di condizionamento termico.

Un reattore batch opera secondo una sequenza:

  • carico di tutti i reagenti e chiusura del reattore
  • condizionamento termico
  • reazione chimica
  • spegnimento
  • apertura e svuotamento
  • lavaggio.

I reattori batch vengono preferiti ai reattori continui quando:

  • la produzione è inferiore a 500 t/anno
  • il reattore deve produrre una gamma di prodotti diversi
  • l'impianto è attivo solo durante alcune stagioni
  • il prodotto ha una vita commerciale molto corta
  • la reazione chimica è molto lenta
  • si lavorano fluidi che ostruiscono i tubi e che sporcano il reattore
  • si lavorano basse portate di slurry (liquame).

Rispetto ai reattori continui tuttavia il reattore batch non è utilizzabile se esiste il rischio concreto che si possa verificare una reazione fuggitiva (runaway) al suo interno.

Dimensionamento[modifica | modifica wikitesto]

Si consideri una reazione fra composti liquidi del tipo:

A + B → C

supponendo il reattore isotermo e perfettamente miscelato (in modo che la velocità di reazione non dipenda dal volume). È possibile in tal modo risalire alla formula differenziale in funzione della conversione X:

-r_AV=N_{A0} \frac{dX}{dt}

da cui si ricava la forma integrale:

t=N_{A0} \int_{0}^{X} \frac {dX} {-r_A \cdot V}

con:

  • N_{A0} = numero di moli della specie A al tempo t=0
  • V = volume della fase liquida

Per ottenere la produttività reale è necessario sommare a questo tempo caratteristico anche il tempo necessario per effettuare tutte le altre operazioni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]