Reale Ordine di Francesco I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Reale Ordine di Francesco I
Ster van de Orde van Frans I Beide Sicilien 1829.jpg
Placca a stella dell'Ordine
Flag of the Kingdom of the Two Sicilies (1816).svg
Regno delle Due Sicilie
Tipologia Ordine dinastico-statale
Motto MERITO DE REGE OPTIME
Status cessato (concesso privatamente)
Capo Carlo Maria di Borbone-Due Sicilie
Istituzione Napoli, 28 settembre 1829
Primo capo Francesco I delle Due Sicilie
Cessazione Napoli (formalmente), 1859
Ultimo capo Francesco II delle Due Sicilie
Gradi Cavaliere di Gran Croce
Commendatore
Cavaliere
Precedenza
Ordine più alto Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione
Ordine più basso -
Reale ordine di francesco I.png
Nastro dell'ordine

Il Reale Ordine di Francesco I fu un ordine cavalleresco (di tipo dinastico-statale) del Regno delle Due Sicilie, stato preunitario dell'Italia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Ordine, come indicato dal nome stesso, venne fondato dal Re Francesco I delle Due Sicilie il 28 settembre 1829 per premiare i benemeriti nelle scienze, nelle lettere, nelle arti e nell'ambito civile. Dato questo suo spiccato carattere "civile", l'ordine fu un vero e proprio precursore dei moderni ordini al merito.

Il decreto d'istituzione venne catalogato con il numero 2594, firmato il 28 settembre 1829 e pubblicato il 3 ottobre di quello stesso anno.

L'attuale legittimo Gran Maestro è S.A.R. il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro. Gran Maestro di tutti gli Ordini Dinastici e Capo della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie dal 2008. Hanno preceduto il Principe Carlo: suo padre il Principe Ferdinando, suo nonno il principe Ranieri e il suo trisavolo il Principe Alfonso di Borbone, Conte di Caserta, fratello dell'ultimo Re, Francesco II di Borbone, lo stesso Francesco II e Ferdinando II delle Due Sicilie.

Destinatari recenti[modifica | modifica sorgente]

Cavalieri e Dame di Gran Croce

  • S.A.R. Principessa Benedikte di Danimarca, Dama di Gran Croce,
  • S.A.R. Principessa Elena di Romania, Dama di Gran Croce,
  • S.M Re George Tupou V di Tonga, Cavaliere di Gran Croce,
  • Sua Eminenza Arcivescovo Mor Athanasius Touma Dawod, Arcivescovo del Regno Unito, Chiesa ortodossa siriaca, Cavaliere di Gran Croce,
  • The Rt Rev e Rt Hon Lord Carey di Clifton, ex Lord Arcivescovo di Canterbury, Cavaliere di Gran Croce,
  • Sua Eminenza Arcivescovo Gregorios di Thyateira e Gran Bretagna capo della Chiesa greco-ortodossa in Gran Bretagna, Cavaliere di Gran Croce,
  • Sua Grazia Il Duca di Westminster, Cavaliere di Gran Croce,
  • Sua Grazia The Most Rev e Rt Hon Dr Rowan Williams, Lord Arcivescovo di Canterbury, Cavaliere di Gran Croce,
  • The Rt Hon Baronessa Thatcher, ex Primo Ministro del Regno Unito, Dama di Gran Croce,
  • S. E. l'Ambasciatore Giuseppe Balboni Acqua, Segretario Generale del S.M. Ordine Costantiniano di S. Giorgio e Delegato per Marche e Umbria, Cavaliere di Gran Croce,
  • S. E. Filip Vujanovic, Presidente del Montenegro, Cavaliere di Gran Croce,
  • S. M. Tupouto' a' Ulukalala, Re del Tonga, Cavaliere di Gran Croce,
  • S. M. Sinaitakala' u' Tuku'aho'Fakafanua, Regina del Tonga, Dama di Gran Croce,

Cavalieri e Commendatori e Dame

  • Prof. Gennaro De Crescenzo, Cavaliere Commendatore. Commendatore di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
  • Dott. Salvatore Lanza, Nobile dei Duchi di Brolo e dei Baroni di Longi, Cavaliere, Cavaliere di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
  • The Rt Hon Lord Alderdicedi Knock, ex Speaker della Assemblea dell'Irlanda del Nord, Cavaliere Commendatore,
  • Sir Gavyn Arthur, ex Lord Mayor della City di Londra, Cavaliere Commendatore,
  • S.E Mr Anthony Bailey, Delegato dell'Ordine Costantiniano, Cavaliere Commendatore,
  • Professore John Burland, Professore Emerito di Meccanica delle Terre, Imperial College, Londra, Cavaliere Commendatore,
  • Sir Desmond Lorenz de Silva, ex Procuratore Capo delle Nazioni Unite, Cavaliere Commendatore,
  • Sir David Durie, ex Governatore e Comandante in capo di Gibilterra, Cavaliere Commendatore,
  • Professore Nasser David Khalili, Cavaliere Commendatore,
  • The Rt Hon Lord Lamont di Lerwick, Cavaliere Commendatore,
  • Sir Michael Smurfit, Cavaliere Commendatore,
  • The Lord Lingfield, Cavaliere Commendatore, Cavaliere Principale della Società Imperiale di Knights Bachelor,
  • The Lord Brennan of Bibury, Cavaliere Commendatore, Delegato Emerito per la Gran Bretagna e Irlanda dell'Ordine Costantiniano.
  • Conte Alessandro Travaglini, Patrizio On. di Ferrara, Patrizio di Spoleto, Nobile di Spoleto, Cavaliere Commendatore, Commendatore di Grazia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e Delegato Vicario per l'Emilia-Romagna del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
  • Arturo Cannavacciuolo, Cavaliere Commendatore, Commendatore di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
  • Aurelio Badolati, Cavaliere Commendatore.
  • Dott.Salvatore Romano,Cavaliere, Cavaliere di Merito con Placca del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
  • Dott. Carmelo Sammarco, Cavaliere, Cavaliere di Merito con Placca del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
  • Dott. Gasperino Como, Cavaliere, Cavaliere di Merito con Placca del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.

Gradi[modifica | modifica sorgente]

Divisa.Ord.FrancescoI.png
Reale ordine di francesco I.png
Cavaliere
Reale ordine di francesco I.png
Commendatore
Reale ordine di francesco I.png
Cavaliere di Gran Croce

L'Ordine era composti di tre classi:

  • Gran Croce
  • Commendatore
  • Cavaliere

A queste si aggiungevano altre due classi di decorati di minor importanza, i quali venivano onorati con una medaglia d'oro o d'argento. Questa suddivisione, successivamente, venne corretta da Ferdinando II, figlio di Francesco I, il quale con un decreto promulgato a Caserta il 21 dicembre 1858, aggiunse tre ranghi all'Ordine, cioè quello di Cavaliere di Gran Cordone e quello di Commendatore con Placca che seguiva quello di Cavaliere Gran Croce, oltre a quello di Cavaliere di II Classe come grado minore che seguiva quello di Cavaliere.

L'Ordine non venne soppresso con l'unità d'Italia e continua ad essere conferito dai membri della famiglia dei Borbone di Napoli.

L'insegna[modifica | modifica sorgente]

L’insegna dell'Ordine consisteva in una croce biforcata d’oro, smaltata di bianco e accantonata da quattro gigli d’oro, caricata da uno scudo con la cifra F.I. (Francesco I) sormontata dalla corona e circondato da serto di alloro e da un orlo azzurro con il motto: DE REGE OPTIMO MERITO. Sul rovescio lo scudo riportava la scritta FRANCISCUS PRIMUS INSTITUIT M.DCCC.XXIX.

Le medaglie, invece, avevano sul fronte l'effigie del Re con una corona di quercia intorno e la legenda FRANCISCUS I, REG. UTR. SIC. ET HIER. REX, e nel rovescio il motto DE REGE OPTIMO MERITO M.DCCC.XXIX.

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]