Rastaban

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rastaban
Mappa della costellazione del Dragone.Mappa della costellazione del Dragone.
Classificazione Supergigante gialla
Classe spettrale G2Iab
Distanza dal Sole 380 anni luce
Costellazione Dragone
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 17h 30m 25,962s
Declinazione +52° 18′ 05,00″
Dati fisici
Raggio medio 40[1] R
Temperatura
superficiale
5160 ± 150 K[2] (media)
Luminosità
Età stimata 65[2]
Dati osservativi
Magnitudine app. +2,79
Magnitudine ass. -2,54[3]
Parallasse 8,58 mas
Moto proprio AR: -15,89 mas/anno
Dec: +12,28 mas/anno
Velocità radiale -20,0 km/s
Nomenclature alternative
Rastaben, Alwaid, Asuia, 23 Draconis, HR 6536, BD+52 2065, HD 159181, SAO 30429, FK5 653, HIP 85670, WDS 17304+5218A.

Rastaban (β Draconis, β Dra) è la terza stella più luminosa della costellazione del Dragone[1]. La sua magnitudine apparente è +2,79 e dista 380 anni luce dal sistema solare[3].

Il nome Rastaban deriva dall'arabo Al Rās al Thuʽbān e significa "la testa del serpente". Talvolta viene chiamata anche Alwaid o Asuia.
In Cina era conosciuta, assieme a γ Draconis, come Tien Kae.[4]

Osservazione[modifica | modifica sorgente]

La sua posizione è fortemente boreale e ciò comporta che la stella sia osservabile prevalentemente dall'emisfero nord, dove si presenta circumpolare anche da gran parte delle regioni temperate; dall'emisfero sud la sua visibilità è invece penalizzata, anche se, essendo una delle stelle più meridionali della propria costellazione, è visibile più a nord della latitudine 37°S. La sua magnitudine pari a +2,79 le consente di essere scorta con facilità anche dalle aree urbane di moderate dimensioni.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

Rastaban è una supergigante gialla di tipo spettrale G2Iab, 6 volte più massiccia del Sole[2]. Il suo raggio è 40 volte superiore a quello della nostra stella e rispetto a essa è quasi 1000 volte più luminosa[1].

Ha una debole compagna situata a circa 4 secondi d'arco, una nana rossa di quattordicesima magnitudine che fisicamente dista dalla principale almeno 450 UA e impiega oltre 4000 anni a compiere una rivoluzione attorno alla supergigante. Da un ipotetico pianeta che orbiti attorno alla secondaria, Rastaban apparirebbe 3000 volte più luminosa della Luna piena[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Rastaban (Stars, Jim Kaler)
  2. ^ a b c Leonid S. Lyubimkov et al., Accurate fundamental parameters for A-, F- and G-type Supergiants in the solar neighbourhood in Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, vol. 402, n. 2, febbraio 2010, pp. 1369–1379. DOI:10.1111/j.1365-2966.2009.15979.x. arΧiv:0911.1335
  3. ^ a b Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  4. ^ Richard Hinckley Allen, Draco in Star Names — Their Lore and Meaning, Courier Dover Publications, 23 ottobre 2010, p. 207. ISBN 0-486-21079-0.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni