Rasbora daniconius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rasbora daniconius
RasboraDanicorniusBeavan.png
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Superfamiglia Cyprinoidea
Famiglia Cyprinidae
Sottofamiglia Rasborinae
Genere Rasbora
Specie R. daniconius
Nomenclatura binomiale
''Rasbora daniconius''
Hamilton, 1922
Nomi comuni

Rasbora snella

Rasbora daniconius è un pesce d'acqua dolce appartenenti alla sottofamiglia dei Rasborinae, conosciuta comunemente come rasbora snella.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Sud-Est Asiatico. Diffusa in alcuni corsi d'acqua della Birmania, nelle maggiori isole della Sonda e della Thailandia. Presente anche nello Sri Lanka ed in India sudorientale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: 18 cm.

Ha un corpo allungato ed il profilo rassume una leggera incurvatura sia dorsalmente che nella parte ventrale, questa curvatura è all'origine del nome comune proprio perché il pesce assume una fisicità piuttosto snella. Il colore di base è l'argento con diverse sfumature che variano dal viola al verde od al giallo. I fianchi sono attraversati in tutta la loro lunghezza da una linea nero-azzurra che si estende fin dentro la coda. Le altre pinne sono prevalentemente incolori. Questo pesce è molto simile alla rasbora brillante (Rasbora einthovenii).

Dimorfismo sessuale: la femmina è un po' più grossa del maschio e quest'ultimo ha inoltre le pinne leggermente di colore giallastro.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Pacifico pesce di branco che forma gruppi di non meno di una decina di esemplari. Si muove nella parte centrale dei corsi d'acqua.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le coppie s'isolano dal branco, si accoppiano e le uova fecondate vengono disperse nell'acqua.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Onnivoro.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Viene allevato e riprodotto con successo in cattività.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie non sembra essere colpita da un forte declino, tuttavia le minacce per questa specie e del suo habitat attualmente conosciute sono: la cattura per il commercio acquariofilo e lo scaricamento delle deiezioni di allevamenti di pollame nei corsi d'acqua con conseguente inquinamento.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Pesci d'acquario di Dick Mills, Fabri Editori;
  • Rasbore da Il mio acquario, mensile, agosto 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Scheda su Fishbase.org [1];
  • Scheda IUCN [2];
  • Scheda su Animal-World [3];
  • Scheda su H2O Acquariofilia [4].
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci