Rasbora borapetensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rasbora borapetensis
Rasbora borapetensis.jpg
Rasbora borapetensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Superfamiglia Cyprinoidea
Famiglia Cyprinidae
Sottofamiglia Rasborinae
Genere Rasbora
Specie R. borapetensis
Nomenclatura binomiale
Rasbora borapetensis
Smith, 1934

Rasbora borapetensis Smith, 1934 è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae, sottofamiglia Rasborinae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Proviene dai bacini dei fiumi Chao Phraya e Mekong, nuota soprattutto negli affluenti minori[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È una specie di piccole dimensioni, infatti non supera i 6 cm[2]. La colorazione è pallida eccetto per una linea nera e giallastra orizzontale che termina sul peduncolo caudale[2]. Le pinne sono trasparenti eccetto la base della pinna caudale, rossa.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie pacifica che nuota in banchi.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di piccoli invertebrati acquatici, in particolare insetti, vermi e crostacei[3].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

È oviparo e la fecondazione è esterna. Non ci sono cure nei confronti delle uova[4]

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è comune e l'unico pericolo che potrebbe minacciarla, cioè il degrado del suo habitat, non influisce particolarmente sulla popolazione. Quindi viene classificata come "a rischio minimo" (LC) dalla lista rossa IUCN[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Rasbora borapetensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ a b c (EN) Rasbora borapetensis in FishBase. URL consultato l'8 aprile 2014.
  3. ^ Alimentazione. URL consultato l'8 aprile 2014.
  4. ^ Riproduzione. URL consultato l'8 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci