RasGas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RasGas
Stato Qatar Qatar
Tipo joint venture
Fondazione 2001
Sede principale RasGas Tower,
West Bay - Doha
Filiali Ras Laffan
Persone chiave Hamad Rashid Al Mohannadi Amministratore Delegato
Settore Energia
Prodotti
Sito web www.rasgas.com.qa

RasGas Company Limited è un'azienda produttrice di gas naturale liquefatto (GNL) a Doha, in Qatar. Si tratta del secondo maggior produttore di GNL al mondo dopo Qatargas.[1]

Azienda[modifica | modifica sorgente]

Creata dapprima nel 1993 come semplice azienda produttrice di GNL e prodotti correlati con due soli impianti – treni 1 e 2 – per una produzione di 3,3 tonnellate all'anno da ognuno di essi[2], in seguito RasGas è divenuta una Società mista (joint venture company) del Qatar fondata nel 2001 da Qatar Petroleum con una partecipazione minoritaria di ExxonMobil con la seguente ripartizione delle quote:
il 70% per Qatar Petroleum ed il 30% per ExxonMobil.[2]
L'azienda RasGas operante sui treni GNL venne fondata nel 2001,[3] ed il suo attuale Amministratore delegato è Hamad Rashid Al Mohannadi[4]
RasGas opera attraverso sette diversi impianti di produzione, usualmente chiamati treni GNL e situati in Ras Laffan Industrial City ed ha attualmente accordi di fornitura di GNL a lungo termine con vari clienti internazionali fra i quali la coreana Korea Gas Corporation, la francese EdF, l'italiana Edison S.p.A., la spagnola Endesa Generación.

Impianti di produzione[modifica | modifica sorgente]

La società che gestisce in totale ben sette treni GNL ha una capacità produttiva totale di 36,3 milioni di tonnellate di GNL all'anno.[5] I vari treni sono raggruppati in diversi complessi, ognuno all'interno del rispettivo impianto di produzione che si distingue dagli altri per i numeri compresi nel nome.

I Treni 1 e 2 sono di proprietà di Ras Laffan (RL) ed hanno una capacità complessiva di 6,6 milioni di tonnellate di GNL all'anno. Ras Laffan (II) possiede i Treni 3, 4 e 5 con una capacità di produzione di 4,7 milioni di tonnellate di GNL all'anno ciascuno. [6]
I Treni 6 e 7 sono di proprietà di Ras Laffan 3 (RL3). Il Treno 6 è entrato in servizio nel mese di ottobre 2009, venendo inaugurato proprio il 27 ottobre 2009; [7] Sua Eccellenza lo Sheikh Hamad bin Khalifa Al-Thani, Emiro del Qatar, era presente alla cerimonia. [8] ll Treno 7 ha avviato la produzione in febbraio 2010. [5][9][10] Entrambi i treni 6 e 7 producono 7,8 milioni tonnellate di GNL all'anno e sono fra i più grandi treni GNL al mondo. [10][11]

RasGas gestisce anche degli impianti di elio e produce 9,2 tonnellate al giorno di elio liquido, che rappresenta approssimativamente il 10% della produzione mondiale di elio.[12]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Helder Marinho, QatarGas, Exxon LNG Venture to Reach 100% This Month, Bloomberg, 7 ottobre 2009. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  2. ^ a b RasGas | The Power of the Drop
  3. ^ RasGas names its dates in Upstream Online, NHST Media Group, 11 febbraio 2009. URL consultato il 19 febbraio 2009.
  4. ^ Bruce Nichols, RasGas CEO sees later start for new LNG trains, Reuters, 11 febbraio 2009. URL consultato il 19 febbraio 2009.
  5. ^ a b RasGas sets Train 7 in motion in Upstream Online, NHST Media Group, 24 febbraio 2010. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  6. ^ RasGas getting Train 5 on track in Upstream Online, NHST Media Group, 5 marzo 2007. URL consultato il 19 febbraio 2009.
  7. ^ Celebration time for RasGas, Gulf Times, 27 ottobre 2009. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  8. ^ Qatar inaugurates new LNG production line in Mena Report, Al Bawaba, 27 ottobre 2009. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  9. ^ Robert Tuttle, Qatar's RasGas Starts Producing LNG From Train 7, Bloomberg, 24 febbraio 2010. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  10. ^ a b Simon Webb; Regan Doherty, Qatar's RasGas starts LNG output from new facility, Reuters, 24 febbraio 2010. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  11. ^ Santhosh V. Perumal, RasGas gets boost from two 'mega' projects in Gulf Times, 19 febbraio 2009. URL consultato il 19 febbraio 2009.
  12. ^ RasGas Helium Plant Achieves Production Capacity, Downstream Today, 20 febbraio 2008. URL consultato il 23 febbraio 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 25°53′27″N 51°32′33″E / 25.890833°N 51.5425°E25.890833; 51.5425