Raphana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg

Coordinate: 32°40′57″N 35°52′08″E / 32.6825°N 35.868889°E32.6825; 35.868889

Raphana o Rafana o Rephanea
Thedecapolis.png
Mappa della Decapoli, con posizione ipotetica di Raphana.
Periodo di attività città e fortezza legionaria da Augusto alla dinastia degli Antonini
Località moderna Bayt Ras o Quwaylibah in Giordania
Unità presenti Legio XII Fulminata (in epoca giulio-claudia),[1]
III Gallica[2] (dal 70),
VI Ferrata[3] (in periodo non precisato).
Provincia romana Siria

Raphana o Rafana o Rephanea o Raphaneae era un'antica città della Decapoli, nella moderna Giordania. La sua identificazione è aperta a due possibilità: Capitolias (moderna Bayt Ras) o più probabilmente Abila (moderna Quwaylibah).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fortezza legionaria.

Durante la dominazione romana Raphana fu la sede di due legioni dell'esercito romano, la Legio XII Fulminata (in epoca giulio-claudia), poi mandata a Melitene[1] e sostituita dalla III Gallica (a partire dal 70 circa); nel campo di quest'ultima, nei pressi di Raphana, il 16 maggio 218 fu acclamato imperatore Eliogabalo, il quale però, nel 219 sciolse la legione, e Raphana perse il suo status di fortezza legionaria.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Giuseppe Flavio, La guerra giudaica, VII, 1.3.
  2. ^ AE 1951, 148.
  3. ^ AE 1897, 136.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]