Ransom - Il riscatto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ransom - Il riscatto
Ransom il riscatto.png
Una scena del film
Titolo originale Ransom
Paese di produzione USA
Anno 1996
Durata 121 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller, noir
Regia Ron Howard
Sceneggiatura Cyril Hume
Casa di produzione Touchstone Pictures
Fotografia Piotr Sobocinski
Montaggio Daniel P. Hanley
Effetti speciali Wilfred Caban
Musiche James Horner
Scenografia Susan Bode
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ransom - Il riscatto (Ransom) è un film del 1996 diretto da Ron Howard e interpretato da Mel Gibson, Rene Russo e Gary Sinise. La sceneggiatura è ispirata al film del 1956 Il ricatto più vile di Alex Segal.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Tom Mullen, magnate di una compagnia aerea privata, vive in un attico sulla 5th Avenue a New York, ha una moglie bellissima e un figlio di nove anni che adora, Sean.

Un giorno, durante una manifestazione a Central Park, un gruppo di delinquenti rapisce Sean e, poco dopo, richiede alla famiglia un riscatto di due milioni di dollari. I coniugi, dopo un iniziale tentennamento, si rivolgono alla squadra sequestri FBI, capitanata dall'agente Lonnie Hathkins.

Il capo della banda di rapinatori è il poliziotto corrotto James Shaker, mentre gli altri compagni sono la fidanzata Maris, Miles Roberts e i fratelli Cubby e Clark Barnes. Questi tengono Sean legato ad un letto tenendogli chiusi gli occhi con un nastro adesivo.

Tom si mette d'accordo con Shaker via telefono di consegnare il riscatto a Cubby il quale gli dirà un indirizzo, ma arrivato sul luogo, Tom capisce che Cubby è ignorante su questo e Tom si rifiuta di dare i soldi e Cubby lo minaccia con una pistola; a questo punto arriva la polizia che uccide Cubby, senza a dire niente su Sean.

Allora Tom decide di agire senza l'aiuto della famiglia e dei federali: decide in diretta televisiva di trasformare il riscatto in una taglia sui rapitori raddoppiandola. A questo, Shaker si dimostra più dispotico e durante una telefonata, spara un colpo di pistola facendo credere a Tom e a Kate che Sean è morto e perciò gettandoli nella disperazione.

Shaker, dopo varie minacce, decide di passare al doppio gioco, sparando a Miles e Clark facendo credere però che sia stato Miles a uccidere Clark e che poi si sia suicidato; arriva anche Maris che spara un colpo a Jimmy, il quale la uccide con due proiettili. Jimmy entra ferito nella casa dove arrivano altri poliziotti ma Jimmy fa credere di aver salvato lui il bambino, ancora legato al letto.

Jimmy viene ricoverato in ospedale e Sean torna a casa dai genitori.

Un giorno, Jimmy si presenta in casa di Tom richiedendo i soldi della taglia per poter sparire. Però il figlio di Tom, riconosce Shaker dalla voce come capo della gang e si nasconde impaurito. Nel frattempo anche Tom capisce la vera identità dal figlio e cerca di convincere Jimmy a fare il trasferimento in una banca. Durante le operazioni in banca, la vera identità del poliziotto arriva anche all'orecchio dei suoi colleghi; dopo averne uccisi due con una pistola, nasce una rissa e un inseguimento in mezzo al traffico tra Shaker e Tom, dopodiché sfondano la vetrata di un negozio; Tom riesce a togliere la pistola al poliziotto, ma Jimmy cerca di prenderne un'altra nascosta caviglia costringendo Tom e l'agente Hathkins a sparargli alcuni colpi fino ad ucciderlo.

In quel momento, arrivano altri poliziotti che cercano di arrestare Tom, ma Hathkins ordina di lasciarlo andare in quanto Tom è uno di loro, dopodiché Tom viene portato in ospedale per essersi le gravi ferite riportate nell'urto con la vetrata.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema