Randall Cobb

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Randall Cobb
Randall Cobb (cropped).jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178 cm
Peso 87 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Wide receiver
Squadra Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
Carriera
Giovanili
Stemma Kentucky Wildcats Kentucky Wildcats
Squadre di club
2011 - Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
Statistiche aggiornate al 14/08/2012

Randall Ladonald Cobb II (Maryville, 22 agosto 1990) è un giocatore di football americano, di nazionalità statunitense, che gioca nel ruolo di wide receiver per i Green Bay Packers della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del secondo giro (64°°assoluto) del Draft NFL 2011 dai Packers. Al college ha giocato a football all'Università del Kentucky.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Green Bay Packers[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2011[modifica | modifica wikitesto]

Cobb fu scelto nel corso del secondo giro del Draft 2011 dai Green Bay Packers[1]. L'8 settembre 2011, nella gara di debutto stagionale dei Packers contro i New Orleans Saints, Cobb divenne la prima persona nata negli anni 90 a giocare nella NFL[2]. Cobb segnò il suo primo touchdown in carriera nel primo quarto della partita su una ricezione da 32 yard, seguito da un ritorno su kickoff da 108 yard che pareggiò il record NFL stabilito da Ellis Hobbs dei New England Patriots, giocata che fu nominata la migliore dell'anno dell'intera lega a fine stagione[3]. In una gara del Monday Night Football contro i Minnesota Vikings il 14 novembre, Cobb segnò il suo secondo touchdown dell'anno come membro degli special team su un ritorno da un punt da 80 yard nel primo quarto. Grazie a quell'azione, Cobb divenne il primo rookie della storia dei Packers a segnare un touchdown sia su ritorno da kickoff che da un punt.

Stagione 2012[modifica | modifica wikitesto]

Nella partita di debutto della stagione 2012 contro i San Francisco 49ers, pur perdendo, Cobb disputò una grande partita ricevendo 9 passaggi per 77 yard e segnando un touchdown su un ritorno di punt da 75 yard[4]. Il giovedì successivo, Randall e i Packers si rifecero battendo gli storici rivali dei Bears. Cobb corse una volta per 28 yard e ricevette un passaggio da 20 yard[5]. Nella settimana 4 i Packers superarono 28-27 i New Orleans Saints con Randall che ricevette 7 passaggi per 66 yard [6].

Nella settimana 5 i Packers sprecarono un vantaggio di 21-3 alla fine del primo tempo perdendo contro gli Indianapolis Colts per 30-27. Cobb tuttavia giocò bene guidando la squadra con 82 yard ricevute e un touchdown[7]. Nella settimana 6, Randall disputò un'altra grande gara in cui ricevette 102 yard coi Packers che sconfissero nettamente gli imbattuti Houston Texans[8]. Nel turno successivo, Cobb giocò un'altra gara notevole coi Packers che superarono i St. Louis Rams ricevendo 89 yard e segnando 2 touchdown[9].

Nella vittoria della settimana 8 sui Jacksonville Jaguars, Cobb ricevette 28 yard e segnò un touchdown [10]. Nella agevole vittoria della settimana 9 sui Cardinals Randall segnò altri due touchdown su ricezione[11].

Dopo la settimana di pausa, i Packers vinsero la quinta consecutiva in casa dei Lions con Cobb che segnò il touchdown decisivo con meno di due minuti al termine della gara e Green Bay in svantaggio di tre punti[12]. Ancora contro i Lions nella settimana 14 Cobb contribuì a un'altra vittoria con 102 yard ricevute[13].

Nella nettissima vittoria contro i Tennessee Titans (55-7) della settimana 16, Cobb stabilì il nuovo record di franchigia per yard totali guadagnate in una stagione ricevendone 62 e segnando un touchdown[14].

Stagione 2013[modifica | modifica wikitesto]

Per il secondo anno consecutivo i Packers persero al debutto contro i 49ers, con Cobb che ricevette 108 yard e segnò un touchdown [15]. Altre 128 yard e un touchdown li mise a referto nella vittoria della settimana successiva contro i Washington Redskins[16]. A causa di un infortunio subito nella settimana 6 contro i Baltimore Ravens, Cobb perse le successive dieci partite, tornando in campo solo nell'ultima gara della stagione, dove tuttavia risultò decisivo ricevendo da Aaron Rodgers due touchdown di cui uno da 48 yard a 38 secondi dal termine che permise ai Packers di battere i Bears e di centrare la vittoria della propria division[17][18].

Stagione 2014[modifica | modifica wikitesto]

Cobb aprì la stagione 2014 andando subito a segno nella settimana 1 ma i Packers furono sconfitti in casa dei Seattle Seahawks campioni in carica[19]. Altri due touchdown li segnò la domenica successiva contribuendo a rimontare uno svantaggio di 18 punti contro i Jets e raggiungendo la prima vittoria stagionale[20]. Nella settimana 4 ricevette altri due touchdown da Aaron Rodgers nella vittoria al Soldier Field di Chicago[21], guidando i suoi con 113 yard ricevute.

Vittorie e premi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 30
Partite totali da titolare 8
Yard su ricezione 1.329
Touchdown su ricezione 9

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "Packers Like Cobb's Versatility".
  2. ^ (EN) "Randall Cobb becomes first NFL player born in 1990s".
  3. ^ (EN) "Season-opening kickoff return wins Cobb NFL Play of the Year award".
  4. ^ (EN) Game center: San Francisco 30 Green Bay 22, NFL.com, 9 settembre. URL consultato il 10 settembre 2012.
  5. ^ (EN) Game Center: Chicago 10 Green Bay 23, NFL.com, 13 settembre 2012. URL consultato il 14 settembre 2012.
  6. ^ (EN) Game Center: New Orleans 27 Green Bay 28, NFL.com, 30 settembre 2012. URL consultato il 1 ottobre 2012.
  7. ^ (EN) Game Center: Green Bay 27 Indianapolis 30, NFL.com, 7 ottobre 2012. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  8. ^ (EN) Game Center: Green Bay 42 Houston 24, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  9. ^ (EN) Game Center: Green Bay 30 St. Louis 20, NFL.com, 21 ottobre 2012. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  10. ^ (EN) Game Center: Jacksonville 15 Green Bay 24, NFL.com, 28 ottobre 2012. URL consultato il 28 ottobre 2012.
  11. ^ (EN) Game Center: Arizona 17 Green Bay 31, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 6 novembre 2012.
  12. ^ (EN) Game Center: Green Bay 24 Detroit 20, NFL.oom, 18 novembre 2012. URL consultato il 19 novembre 2012.
  13. ^ (EN) Game Center: Detroit 20 Green Bay 27, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  14. ^ (EN) Game Center: Tennessee 7 Green Bay 55, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  15. ^ (EN) Game Center: Green Bay 28 San Francisco 34, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  16. ^ (EN) Game Center: Washington 20 Green Bay 38, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 16 settembre 2013.
  17. ^ (EN) Game Center: Green Bay 33 Chicago 28, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  18. ^ Nfl, magia di Rodgers: Packers ai playoff; ok pure Eagles e Chargers, La Gazzetta dello Sport, 30 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  19. ^ (EN) Game Center: Green Bay 16 Seattle 36, NFL.com, 4 settembre 2014. URL consultato il 5 settembre 2014.
  20. ^ (EN) Game Center: Kansas City 17 Denver 24, NFL.com, 14 settembre 2014. URL consultato il 15 settembre 2014.
  21. ^ (EN) Game Center: Green Bay 38 Chicago 17, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 29 settembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]