Rainbow (Mariah Carey)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rainbow

Artista Mariah Carey
Tipo album Studio
Pubblicazione 2 novembre 1999
Durata 55 min : 49 s
Dischi 1
Tracce 14
Genere Pop
Rhythm and blues
Rap
Etichetta Columbia Records
Produttore Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis, James Wright, DJ Clue, David Foster, Jermaine Dupri
Certificazioni
Dischi d'oro Argentina Argentina[1]
(Vendite: 30.000)
Australia Australia[2]
(Vendite: 45.000)
Austria Austria[3]
(Vendite: 25.000+)
Danimarca Danimarca[4]
(Vendite: 25.000+)
Irlanda Irlanda[5]
(Vendite: 7.500+)
Italia Italia[6]
(Vendite: 50.000)
Messico Messico[7]
(Vendite: 150.000)
Norvegia Norvegia[8]
(Vendite: 25.000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[9]
(Vendite: 50.000)
Regno Unito Regno Unito[10]
(Vendite: 150.000)
Svezia Svezia[11]
(Vendite: 40.000+)
Svizzera Svizzera[12]
(Vendite: 25.000)
Ungheria Ungheria[13]
(Vendite: 3.000+)
Dischi di platino Belgio Belgio[14]
(Vendite: 50.000)
Brasile Brasile[15]
(Vendite: 250.000)
Europa Europa[16]
(Vendite: 3.500.000)
Francia Francia[17]
(Vendite: 900.000)
Germania Germania[18]
(Vendite: 400.000)
Hong Kong Hong Kong[19]
(Vendite: 20.000)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[20] (Vendite: 15.000)
Spagna Spagna[21]
(Vendite: 300.000)
Canada Canada[22] (2) (Vendite: 200.000)
Stati Uniti Stati Uniti[23] (3) (Vendite: 3.000.000)
Giappone Giappone (4)[24]
(Vendite: 800.000)
Mariah Carey - cronologia
Album precedente
(1998)
Album successivo
(2001)

Rainbow è il settimo album in studio di Mariah Carey, pubblicato nel 1999.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Uscito per l’etichetta Columbia Records, è basato su molte collaborazioni della cantante con numerosi artisti e produttori pop ed r&b, molto in voga alla fine degli anni novanta; Rolling Stone considerò il disco "una preziosa collezione di ballate in chiave hip hop, che ben rappresenta la musica di fine millennio"[25]. A Rainbow collaborarono anche i rapper Jay-Z, Da Brat, Missy Elliott, Snoop Dogg, Mystikal e Master P, i cantanti r&b Usher e Joe e la boy band 98° Degrees. L’album è stato il primo della cantante a non essere stato prodotto da Walter Afanasieff, che ha prodotto molte ballate di Mariah. Al posto di Afanasieff lavorarono invece Jimmy Jam e Terry Lewis.

Rainbow ha debuttato al numero due di Billboard, e nella prima settimana ha venduto 323 000 copie, più dei precedenti dischi della Carey[26]. Rimase ai primi 20 posti delle classifiche USA per 20 settimane, e ai primi 100 per altre trentacinque, e nell’ottava settimana le vendite salirono a 369 000 copie. Pur avendo avuto relativamente meno successo negli USA, l’album fu premiato con 3 dischi di platino dalla RIAA[27][28], e al 2005 ha venduto 8 milioni di copie in tutto il mondo[29]. Inoltre raggiunse il numero uno in classifica in Francia.

Da Rainbow furono estratti due singoli molto in voga su Billboard, "Heartbreaker" e "Thank God I Found You". In Gran Bretagna fu anche pubblicata una b-side poi diventata singolo, la cover di Phil Collins "Against All Odds (Take a Look at Me Now)", rifatta insieme alla boy band irlandese Westlife. Invece la doppia a-side "Can't Take That Away (Mariah's Theme)"/"Crybaby" negli USA non arrivò ai primi venti posti in classifica.

Rainbow è considerato uno degli album più introspettivi di Mariah Carey, insieme a Butterfly e Charmbracelet. Ciò è per molti testimoniato da un messaggio nel booklet, che dice: "Questo disco è incentrato sulle mie crisi emozionali degli ultimi tempi. Se lo ascolti attentamente, ti accorgi che i testi formano insieme una storia a lieto fine. Del resto, dopo ogni tempesta - se scorgi bene in cielo - appare un arcobaleno".

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Template-info.svg
# Titolo Autori Durata
1. "Heartbreaker" (Con la partecipazione di Jay-Z) Mariah Carey, Jay-Z 4:46
2. "Can't take that away" (Mariah's Theme) Mariah Carey, Diane Warren 4:33
3. "Bliss" Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 5:44
4. "How much" (Con la partecipazione di Usher) Mariah Carey, Jermaine Dupri 3:31
5. "After tonight" Mariah Carey, Diane Warren, David Foster 4:16
6. "X-Girlfriend" Mariah Carey, Kandi, Kevin Briggs 3:58
7. "Heartbreaker" (Remix) - (Con la partecipazione di Da Brat & Missy Elliott) Mariah Carey, Da Brat, Missy Elliott, Snoop Doog 4:32
8. "Vulnerability" (Interlude) Mariah Carey 1:12
9. "Against all odds (Take a look at me now)" Phil Collins 3:25
10. "Crybaby" (Con la partecipazione di Snoop Dogg) Mariah Carey, Snoop Dogg, Trey Loenz 5:19
11. "Did I do that?" (Con la partecipazione di Mystikal & Master P) Mariah Carey, Craig B. 4:16
12. "Petals" Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 4:23
13. "Rainbow" (Interlude) Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 1:32
14. "Thank God I found you" (Con la partecipazione di Joe & i 98 Degrees) Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 4:17

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Video Promo Radio Promo Singolo Data di uscita USA Billboard Hot 100
Heartbreaker Heartbreaker Heartbreaker 21 settembre, 1999 # 1
Heartbreaker (Remix) Ottobre, 1999
Thank God I found you Thank God I found you Thank God I found you 25 gennaio, 2000 # 1
Thank God I found you / Make it last forever (Remix) Gennaio, 2000
Crybaby Crybaby Crybaby Aprile, 2000 # 28
Can't take that away (Mariah's theme) Aprile, 2000
Against all odds (Take a look at me now) (Live) Settembre, 2000

Posizioni in classifica[modifica | modifica sorgente]

America del Nord Max
posizione
USA Billboard 200 2
Canada 6
Europa Max
posizione
European Top Albums 1 (1 settimana)
Francia 1 (1 settimana)
Finlandia 2
Svizzera 2
Germania 3
Austria 4
Paesi Bassi 4
Ungheria 4
Belgio Vallonia 5
Spagna 7
Regno Unito 8
Norvegia 9
Italia 10
Belgio Fiandre 14
Svezia 15
Oceania Max
posizione
Australia 4
Nuova Zelanda 11
Asia Max
posizione
Giappone 2
Malesia 3

Note[modifica | modifica sorgente]