Rainbow (Mariah Carey)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rainbow
Artista Mariah Carey
Tipo album Studio
Pubblicazione 2 novembre 1999
Durata 55 min : 49 s
Dischi 1
Tracce 14
Genere Pop
Contemporary R&B
Rap
Etichetta Columbia Records
Produttore Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis, James Wright, DJ Clue, David Foster, Jermaine Dupri
Certificazioni
Dischi d'oro Argentina Argentina[1]
(Vendite: 30.000)
Australia Australia[2]
(Vendite: 45.000)
Austria Austria[3]
(Vendite: 25.000+)
Danimarca Danimarca[4]
(Vendite: 25.000+)
Irlanda Irlanda[5]
(Vendite: 7.500+)
Italia Italia[6]
(Vendite: 50.000)
Messico Messico[7]
(Vendite: 150.000)
Norvegia Norvegia[8]
(Vendite: 25.000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[9]
(Vendite: 50.000)
Regno Unito Regno Unito[10]
(Vendite: 150.000)
Svezia Svezia[11]
(Vendite: 40.000+)
Svizzera Svizzera[12]
(Vendite: 25.000)
Ungheria Ungheria[13]
(Vendite: 3.000+)
Dischi di platino Belgio Belgio[14]
(Vendite: 50.000)
Brasile Brasile[15]
(Vendite: 250.000)
Europa Europa[16]
(Vendite: 3.500.000)
Francia Francia[17]
(Vendite: 900.000)
Germania Germania[18]
(Vendite: 400.000)
Hong Kong Hong Kong[19]
(Vendite: 20.000)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[20] (Vendite: 15.000)
Spagna Spagna[21]
(Vendite: 300.000)
Canada Canada[22] (2) (Vendite: 200.000)
Stati Uniti Stati Uniti[23] (3) (Vendite: 3.000.000)
Giappone Giappone (4)[24]
(Vendite: 800.000)
Mariah Carey - cronologia
Album precedente
(1998)
Album successivo
(2001)

Rainbow è il settimo album in studio di Mariah Carey, pubblicato nel 1999.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Uscito per l’etichetta Columbia Records, è basato su molte collaborazioni della cantante con numerosi artisti e produttori pop ed r&b, molto in voga alla fine degli anni novanta; Rolling Stone considerò il disco "una preziosa collezione di ballate in chiave hip hop, che ben rappresenta la musica di fine millennio"[25]. A Rainbow collaborarono anche i rapper Jay-Z, Da Brat, Missy Elliott, Snoop Dogg, Mystikal e Master P, i cantanti r&b Usher e Joe e la boy band 98° Degrees. L’album è stato il primo della cantante a non essere stato prodotto da Walter Afanasieff, che ha prodotto molte ballate di Mariah. Al posto di Afanasieff lavorarono invece Jimmy Jam e Terry Lewis.

Rainbow ha debuttato al numero due di Billboard, e nella prima settimana ha venduto 323 000 copie, più dei precedenti dischi della Carey[26]. Rimase ai primi 20 posti delle classifiche USA per 20 settimane, e ai primi 100 per altre trentacinque, e nell’ottava settimana le vendite salirono a 369 000 copie. Pur avendo avuto relativamente meno successo negli USA, l’album fu premiato con 3 dischi di platino dalla RIAA[27][28], e al 2005 ha venduto 8 milioni di copie in tutto il mondo[29]. Inoltre raggiunse il numero uno in classifica in Francia.

Da Rainbow furono estratti due singoli molto in voga su Billboard, "Heartbreaker" e "Thank God I Found You". In Gran Bretagna fu anche pubblicata una b-side poi diventata singolo, la cover di Phil Collins "Against All Odds (Take a Look at Me Now)", rifatta insieme alla boy band irlandese Westlife. Invece la doppia a-side "Can't Take That Away (Mariah's Theme)"/"Crybaby" negli USA non arrivò ai primi venti posti in classifica.

Rainbow è considerato uno degli album più introspettivi di Mariah Carey, insieme a Butterfly e Charmbracelet. Ciò è per molti testimoniato da un messaggio nel booklet, che dice: "Questo disco è incentrato sulle mie crisi emozionali degli ultimi tempi. Se lo ascolti attentamente, ti accorgi che i testi formano insieme una storia a lieto fine. Del resto, dopo ogni tempesta - se scorgi bene in cielo - appare un arcobaleno".

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Curly Brackets.svg
# Titolo Autori Durata
1. "Heartbreaker" (Con la partecipazione di Jay-Z) Mariah Carey, Jay-Z 4:46
2. "Can't take that away" (Mariah's Theme) Mariah Carey, Diane Warren 4:33
3. "Bliss" Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 5:44
4. "How much" (Con la partecipazione di Usher) Mariah Carey, Jermaine Dupri 3:31
5. "After tonight" Mariah Carey, Diane Warren, David Foster 4:16
6. "X-Girlfriend" Mariah Carey, Kandi, Kevin Briggs 3:58
7. "Heartbreaker" (Remix) - (Con la partecipazione di Da Brat & Missy Elliott) Mariah Carey, Da Brat, Missy Elliott, Snoop Doog 4:32
8. "Vulnerability" (Interlude) Mariah Carey 1:12
9. "Against all odds (Take a look at me now)" Phil Collins 3:25
10. "Crybaby" (Con la partecipazione di Snoop Dogg) Mariah Carey, Snoop Dogg, Trey Loenz 5:19
11. "Did I do that?" (Con la partecipazione di Mystikal & Master P) Mariah Carey, Craig B. 4:16
12. "Petals" Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 4:23
13. "Rainbow" (Interlude) Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 1:32
14. "Thank God I found you" (Con la partecipazione di Joe & i 98 Degrees) Mariah Carey, Jimmy Jam, Terry Lewis 4:17

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Video Promo Radio Promo Singolo Data di uscita USA Billboard Hot 100
Heartbreaker Heartbreaker Heartbreaker 21 settembre, 1999 # 1
Heartbreaker (Remix) Ottobre, 1999
Thank God I found you Thank God I found you Thank God I found you 25 gennaio, 2000 # 1
Thank God I found you / Make it last forever (Remix) Gennaio, 2000
Crybaby Crybaby Crybaby Aprile, 2000 # 28
Can't take that away (Mariah's theme) Aprile, 2000
Against all odds (Take a look at me now) (Live) Settembre, 2000

Posizioni in classifica[modifica | modifica sorgente]

America del Nord Max
posizione
USA Billboard 200 2
Canada 6
Europa Max
posizione
European Top Albums 1 (1 settimana)
Francia 1 (1 settimana)
Finlandia 2
Svizzera 2
Germania 3
Austria 4
Paesi Bassi 4
Ungheria 4
Belgio Vallonia 5
Spagna 7
Regno Unito 8
Norvegia 9
Italia 10
Belgio Fiandre 14
Svezia 15
Oceania Max
posizione
Australia 4
Nuova Zelanda 11
Asia Max
posizione
Giappone 2
Malesia 3

Note[modifica | modifica sorgente]