Raimondo Crociani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Raimondo Crociani (Roma, 14 gennaio 1946) è un montatore italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Raimondo Crociani eredita la sua passione per il montaggio cinematografico dalla propria famiglia.[1] Inizia a muovere i primi passi nel mondo del cinema fra gli anni sessanta e gli anni settanta, collaborando alla realizzazione di vari documentari politici di matrice comunista, prodotti dalla Unitelefilm.[1]

Nel corso della sua carriera iniziata nel 1971 con il film All'ovest di Sacramento, Crociani ha diretto circa centoventi pellicole fra cui La liceale, Febbre da cavallo, Brutti, sporchi e cattivi, La poliziotta della squadra del buon costume, I fichissimi, Eccezzziunale... veramente, Il ragazzo del Pony Express, ed in anni più recenti varie serie televisive come I ragazzi del muretto, Dio vede e provvede, La dottoressa Giò, Un ciclone in famiglia, Il giudice Mastrangelo ed altri. Diventa inoltre uno dei collaboratori di fiducia di Ettore Scola, per cui monta C'eravamo tanto amati (1974), Una giornata particolare (1976) e Ballando ballando (1983), per cui vincerà il David di Donatello per il miglior montatore.[2]

Nel corso della sua carriera ha anche lavorato occasionalmente come regista: nel 1982 per il documentario Vorrei che volo, e nel 1997 per il cortometraggio Nuovissimo cinema italiano e per un segmento del film ad episodi I corti italiani; e come produttore cinematografico per Non sono io, film di Gabriele Iacovone del 2003, vincitore di un premio in occasione del Salerno International Film Festival.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Raimondo Crociani su MyMovies
  2. ^ Raimondo Crociani - Awards
  3. ^ It's Not Me (2003) - Awards

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]