Ragionier Filini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renzo Silvio Arturo Filini
Gigi Reder (sinistra) e Paolo Villaggio nel film "Il secondo tragico Fantozzi" (1976)
Gigi Reder (sinistra) e Paolo Villaggio nel film "Il secondo tragico Fantozzi" (1976)
Lingua orig. Italiana
Autore Paolo Villaggio
1ª app. in Fantozzi (1975)
Ultima app. in Fantozzi - Il ritorno (1996)
Interpretato da Gigi Reder
Parenti
  • moglie
  • zia ricca

Il rag. geom. Renzo Silvio Arturo Filini è un personaggio letterario e cinematografico interpretato da Gigi Reder. Il personaggio compare in tutti i film legati al personaggio di Fantozzi, tranne nell'ultimo capitolo del 1999 Fantozzi 2000 - La clonazione.

Caratteristiche del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Filini, dapprima diplomato ragioniere, poi geometra, è un collega di lavoro di Fantozzi e, per certi versi, anche il suo migliore amico. Entrambi sono costretti a subire le angherie da parte dei superiori e dei colleghi arrivisti e a prendere parte alle bizzarre iniziative dell'impresa per la quale lavorano. Rispetto a Fantozzi però, Filini appare decisamente più ottimista e propositivo, al punto che spesso e volentieri è proprio lui a dare il via alle "tragiche" iniziative in cui Fantozzi si trova suo malgrado costretto a partecipare.

Seguendo il tema principale della saga di Fantozzi volta a dipingere vizi e virtù dell'italiano medio, Filini rappresenta il classico "organizzatore di tutto" che si trova facilmente in gruppi di amici o colleghi della società italiana. È caratterizzato da una pesante miopia, che lo porta ad indossare occhiali con lenti spessissime che si rivelano anche insufficienti, alimentando così molte delle gag con il ragionier Fantozzi.

Non si sa quasi nulla della vita di Filini, il cui nome di battesimo viene citato come "Renzo" nel primo film della saga fantozziana e come "Silvio" successivamente, mentre si chiama "Arturo" in Fracchia contro Dracula. Molto probabilmente (anche se è una cosa che nei film di Fantozzi non viene mai rivelata apertamente), Filini non è sposato né ha parenti (si sa solo che ha una zia ricca, come citato dalla voce narrante durante la partita di tennis), cosa che spiega il suo voler essere sempre appoggiato dal ragionier Fantozzi o dagli altri colleghi. Nel primo film Fantozzi, il ragioner Ugo Fantozzi si trova a giocare l'aberrante partita di calcio "Scapoli contro ammogliati" organizzata da Filini il quale però non prende parte alla partita come giocatore, bensì come arbitro; da tale particolare non si riesce quindi a capire se egli abbia alcun genere di parente o se sia sposato o meno. In Fracchia contro Dracula sembra però rivelarsi il mistero: infatti Filini, recatosi all'agenzia immobiliare in cui lavora Fracchia, dichiara di volere un'abitazione molto spaziosa perché "ho i parenti di mia moglie che girano sempre per casa" ed è per questo motivo che Fracchia gli propone il castello di Dracula: tale frase lascia intendere quindi che Filini sia sposato; va inoltre segnalato che nel famoso episodio della caccia de Il secondo tragico Fantozzi i cacciatori si dividono in ammogliati e scapoli e andando Filini insieme a Fantozzi si potrebbe dedurre che Filini sia sposato.

All'inizio del film Fantozzi - Il ritorno, Filini (ormai geometra) è l'unico tra i colleghi di lavoro ad essere venuto al cimitero per fare una visita alla tomba di Fantozzi il giorno dell'anniversario della sua morte, insieme alla moglie e alla figlia.

Sebbene l'attore sia morto prima che fosse girato l'ultimo film della saga di Fantozzi, non ci sono segni funebri del personaggio Filini e non viene neanche menzionato nell'ultimo film.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]