Raffaello Romanelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Raffaello Romanelli (Firenze, 13 maggio 1856Firenze, 2 aprile 1928) è stato uno scultore italiano, autore di più di 300 opere.

Roma, monumento a Carlo Alberto al giardino del Quirinale

Il Professore Raffaello Romanelli fu membro di una famiglia di scultori composta dal padre Pasquale Romanelli, dal figlio Romano. Appunto con il padre comincia gli studi artistici, poi si iscrive all'Accademia di belle arti di Firenze, è allievo di Augusto Rivalta (allievo di Giovanni Duprée una volta diplomato comincia a lavorare nell'atelier di famiglia. Nel 1880 vinse il pensionato di Roma con un Muzzio Scevola, e ottenne il premio quadriennale dell'Accademia con l'Opera L'Indemoniato che si Getta ai Piedi di Cristo.

A 30 anni, nel 1889 è eletto giudice per l'Italia nella sezione delle Arti per l'Exposition Universelle (1889) di Parigi.

Già da giovane vince molti concorsi, sia nazionali che internazionali (Argentina, Cuba, Francia, Germania, Romania, Russia, Stati Uniti d'America e Venezuela), venendo particolarmente apprezzato negli Stati Uniti, molte sue opere si trovano a Detroit e Kansas City, dove gli è stato addirittura dedicato un parco, il Romanelli Garden, e in Romania, dove fu l'artista ufficiale della famiglia reale, di cui ha dipinto quattro ritratti, e dove ha realizzato 40 opere.

In Italia invece tra le sue opere maggiori possiamo ricordare il monumento al re Carlo Alberto, il monumento di Giuseppe Garibaldi a Siena, il busto di Benvenuto Cellini sul Ponte Vecchio di Firenze e il cenotafio di Donatello nella basilica di San Lorenzo, sempre a Firenze. Lavorò anche a Livorno, dove si occupò delle decorazioni scultoree della cappella Bastogi nel cimitero della Misericordia e del busto a Benedetto Brin. Ma la sua fama è legata al grande gruppo in bronzo da lui eretto agli "studenti caduti a Curtatone" nell'Univestià di Siena e al colossale monumento equestre a Carlo Alberto al giardino del Palazzo del Quirinale in Roma.

Ha insegnato all'Accademia delle Belle Arti di Firenze.

Opere maggiori[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 81561779