Raffaele de Courten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Raffaele de Courten

Raffaele de Courten (Milano, 23 settembre 1888Frascati, 23 agosto 1978) è stato un ammiraglio italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Raffaele de Courten[1] fu l'ultimo capo di stato maggiore della Regia Marina e il primo della nuova Marina Militare. Partecipò alla guerra italo-turca e alla prima guerra mondiale. Nel periodo tra le due guerre la sua carriera si sviluppò fra comandi navali ed incarichi presso lo Stato Maggiore o di addetto navale all'estero. Nella seconda guerra mondiale, dopo aver avuto alcuni comandi operativi, divenne ministro della Marina nel luglio 1943 in sostituzione dell'ammiraglio Arturo Riccardi. Si dimise dall'incarico di capo di stato maggiore nel dicembre 1946. Dopo aver avuto alcuni incarichi pubblici come la presidenza del Lloyd Triestino si ritirò a vita privata.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine militare di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine militare di Savoia
— 26 maggio 1942[2]
Commendatore dell'Ordine militare d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine militare d'Italia
— 13 maggio 1948[2]
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 30 dicembre 1952[3]
Medaglia commemorativa della guerra italo-turca - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa della guerra italo-turca
Medaglia commemorativa della guerra italo-austriaca 1915 – 18 (4 anni di campagna) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa della guerra italo-austriaca 1915 – 18 (4 anni di campagna)
Medaglia commemorativa dell'Unità d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa dell'Unità d'Italia
Medaglia commemorativa italiana della vittoria - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa italiana della vittoria

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ per la correttezza del nome si veda il sito ufficiale della Marina Militare Italiana
  2. ^ a b Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Capo di Stato Maggiore della Marina Successore Flag of the chief of staff of the Marina Militare.svg
- 1946 Francesco Maugeri