Raffaele Simone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Raffaele Simone (Lecce, 27 maggio 1944) è un linguista italiano, è uno dei maggiori studiosi europei di linguistica e filosofia del linguaggio e della cultura;[senza fonte] ha inoltre un'intensa attività di saggistica politico-culturale e di organizzazione editoriale.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato nel 1966 a Roma in filosofia, ha studiato anche, sparsamente, matematiche e diritto. Ha perfezionato la sua formazione in Germania e in altri paesi. Dal 1980 è professore ordinario di Linguistica generale all'Università degli studi di Roma "La Sapienza", dove, dal 1983 al 1995 è stato coordinatore dei corsi di Dottorato di ricerca in Linguística. Dal 1989 al 1991 è stato Direttore del Corso di Perfezionamento in Linguistica Italiana. Dal 1993 al 1995 ha condiretto il Curso Superior de Lingüística Italiana all'Università di Siviglia. Dal 1992 è professore ordinario di Linguistica generale presso l'Università degli studi Roma Tre, dove è anche stato, fino al 2008, Direttore del Dipartimento di Linguistica e Delegato Rettorale per il Progetto Scuola Superiore.

Membro dal 1967 della Società di Linguistica Italiana (SLI) e dal 1988 della Società Italiana di Glottologia (SIG) e del Cercle Ferdinand de Saussure di Ginevra.

Nel 1986 fonda la rivista bimestrale Italiano e oltre, che ha diretto fino alla sua chiusura nel 2004.

È o è stato membro del comitato redazionale delle riviste:

  • Età evolutiva (sviluppo psicologico dell'infanzia),
  • Golem (tecnologie informatiche dell'apprendimento),
  • Rivista di linguistica,
  • Lingua e stile,
  • Studi italiani di linguistica teorica e applicata
  • Cahiers de Lexicologie.

Ha progettato e diretto diverse opere lessicografiche originali, in collegamento coi suoi interessi di lessicologia: il Conciso Treccani (2003), poi il Dizionario dei sinonimi e dei contrari Treccani (2004), poi Il Treccani (2004). Attualmente (2006) dirige il Dizionario analogico Utet, un'opera del tutto originale nel panorama italiano.

Ha tenuto corsi, seminari dottorali, visiting professorship e conferenze in numerose università italiane e straniere.

Ha studiato a lungo la filosofia del linguaggio, la storia del pensiero linguistico-filosofico, e altre tematiche di linguistica teorica e descrittiva. Si occupa attualmente di teoria della grammatica, tipologia linguistica (specialmente romanza), e lavora a un modello denominato Grammatica di Costrutti e Categorie (Grammar of Constructions and Categories), che ha presentato in diversi incontri internazionali. Notizie sulle sue attività recenti si trovano sul sito del Dipartimento di Linguistica Roma Tre.

Nel 2011 ha pubblicato per Garzanti il suo primo romanzo, Le passioni dell'anima, di ambientazione storica, incentrato sulla parentesi svedese degli ultimi mesi di vita di Cartesio.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

Saggisitca
  • Il mostro mite, Garzanti
  • Per una grammatica nozionale, in AA.VV., La grammatica, Mondadori, Milano 1983;
  • Punti di attacco dei clitici in italiano, in Albano Leoni F. e altri, Italia linguistica, Il Mulino, Bologna 1983;
  • Maistock. Il linguaggio spiegato da una bambina, La Nuova Italia, Firenze 1988 (trad. spagnola, Gedisa, Barcellona, 1992);
  • Il destino internazionale dell'italiano, in V.Lo Cascio (ed.), L'italiano in Europa, Le Monnier, Firenze, 1990;
  • Caratteri originali dell'italiano, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma 1991;
  • Seicento e Settecento, in Lepschy G. C. , Storia della linguistica, vol. II, Il Mulino, Bologna 1991;
  • Fondamenti di linguistica, Laterza, Bari-Roma, 1990 (15ª ediz.: 2004)
  • Il sogno di Saussure. Otto studi di storia delle idee linguistiche, Laterza, Bari-Roma, 1992;
  • (a cura di) Alfabeti del sapere, La Nuova Italia, Firenze 1993;
  • Stabilità e instabilità nei caratteri originali dell'italiano, in A. A. Sobrero (a cura di), Introduzione all'italiano contemporaneo, Struttura e variazioni, Laterza, Bari-Roma, 1993, vol. I, pp. 41–100;
  • L'università dei tre tradimenti, Laterza, Bari-Roma 1993 (nuova ediz.: 2000)
  • Testo parlato e testo scritto, in de las Nieves Muñiz Muñiz M. (a cura di), La costruzione del testo in italiano. Sistemi costruttivi e testi costruiti, Cesati, Firenze, 1996, pp. 23–61;
  • (a cura di), Iconicity in Language, Benjamins, Amsterdam-Filadelfia 1995;
  • Idee per il governo dell'università, Laterza, Bari-Roma 1995;
  • Linguaggio, in Enciclopedia delle Scienze Sociali, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma 1995
  • The Body of the Text, in G. Nunberg (ed.), The Future of the Book, California University Press, Berkeley-Los Angeles 1996, pp. 239–251.
  • La mente al punto 2002
  • La Terza Fase. Forme di sapere che stiamo perdendo 2000 (8ª ediz.: 2002);
Narrativa

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]