Raffaele Frumenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raffaele Frumenti negli anni 1970

Raffaele Frumenti (Roma, 1º settembre 1922Roma, 29 gennaio 2002) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Borgo Pio iniziò a dipingere fin da ragazzino, quando per puro divertimento costruiva piccoli teatrini (che appariranno poi in alcuni suoi quadri), curandone la scenografia e dipingendone i fondali. Sposatosi con Dorotea Savasta nel 1943, nei primi anni del dopoguerra alternò la pittura ai più svariati lavori. In questo periodo, che lui definì periodo giallo, la sua pittora risentì del soggiorno in Sicilia[1]

Frumenti nel suo studio di Roma, (1967)

Un elemento fondamentale della ricerca artistica di Frumenti veniva rappresentata dalla sua autenticità nell'esprimere le proprie idee, come anche la significativa fedeltà a se stesso nei valori che riguardano non solo il singolo o una propria dimensione privata, ma le basi estetiche attraverso le quali il rapporto con gli altri o quello con la società nel suo complesso, diventi un rapporto sano, naturale e fondato anche su malinconie e solitudini[sarebbe a dire?].[2] Gradualmente, nei suoi lavori presero corpo quei soggetti che, insieme ad un rinnovato senso cromatico, definirono, nel periodo successivo al 1955, il suo modo artistico definitivo, rappresentato da personaggi rassomiglianti a cardinali che allo stesso tempo fanno pensare a pagliacci di circo, in un mondo di fantasmi che scaturiscono dal suo subcosciente, retaggio forse di un'infanzia trascorsa a curiosare all'interno della Basilica di San Pietro.[3]

La sua tavolozza si fece più brillante, arricchendosi di rossi, aranci, violetti e gialli cromo ammirati da Giovanni Omiccioli[4], Alberto Ziveri[5], Purificato, Capogrossi, Fantuzzi[6], Monachesi.

Frumenti fu docente di Disegno artistico alla Scuola Media Statale Benvenuto Cellini. Su commissione delle Belle arti di Roma, l'artista eseguì un trittico a pittura murale nell'atrio della Scuola San Basilio a Roma.

Il mondo pittorico di Frumenti è colorato, malinconico, ironico ed accattivante ed esplode nella rappresentazione della commedia umana.[7] La sua pittura è, essenzialmente pittura di colore: "un colore preziosissimo esperito come una sorta di musica visiva che viene orchestrandosi in variazione di timbri e tonalità, ora densamente, ora lievitante nel festoso tripudio di scintillanti pennellate."[8] Il suo colore circonda le figure, fornendo una percettibile impronta, segno di rapidi attraversamenti d'animo del pittore. Sul piano iconologico, significativo è il tema del personaggio che, sebbene richiami pensierosi soggetti, gli ispira dipinti luminosi. Questo perché l'uomo, la cui immagine si trova in molti artisti come simbolo della forza, è in definitiva il motivo ispiratore di tutta l'opera pittorica di Raffaele Frumenti[non chiaro].[9]

Durante una personale del 1991, il giornalista Lino Longo (de Il Tempo) ebbe a dire:

« Per me Raffaele Frumenti è un monumento vivente, un uomo che è riuscito a dare forma all'arte con la sua saggezza, la sua sapienza, il grande amore che lo anima... Dei suoi quadri, una cosa mi ha colpito più delle altre: la tonalità ovattata dei colori unita all’imponenza dei personaggi, come un velo romantico che avvolge senza nulla nascondere.[10] »

Galleria di Opere[modifica | modifica wikitesto]

Suonatori (1963)
In giallo (1972)
Donne romane (1977)
Arlecchino (1979)
Prelato in rosso (1984)
Intervallo d'attori (1991)

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

(personali e collettive)

  • 1951 Roma - via Margutta "l° MOSTRA COLLETTIVA" 1952 Roma - via Margutta "l° MOSTRA FIERA" 1954 Roma - via Margutta "LA GIORNATA DI VIA MARGUTTA"
  • 1955 Roma - Palazzo delle Esposizioni "Un fatto di cronaca"; Roma - via Margutta "III MOSTRA FIERA"
  • 1956 Roma - via Margutta "MOSTRA DI PITTURA E SCULTURA DEI SOCI CULTORI" - Città di Castello Unione Arti Grafiche
  • 1957 Roma - via Margutta "MOSTRA Di PITTURA E SCULTURA DEI SOCI CULTORI"; Roma - via Margutta "IV Mostra Fiera"
  • 1958 Roma - via Margutta "IX FIERA D'ARTE"
  • 1959 Roma - Galleria Marguttissima "SALONE D'INVERNO DELLA PITTURA ROMANA"
  • 1960 Roma - 1° CONCORSO MOSTRA NAZIONALE PITTURA ESTEMPORANEA PREMIO MUGELLO 1960 - via Margutta "OMAGGIO DI VIA MARGUTTA ALLA XVII OLIMPIADE"; Borgo San Lorenzo "MOSTRA NAZIONALE DI PITTURA ESTEMPORANEA"; Roma- Palazzo delle Esposizioni "TI PREMIO DI PITTURA ESTEMPORANEA" Roma - Circolo Sabino "INCONTRI D'ARTE"
  • 1962 Roma - Villa Borghese "MOSTRA VIAGGIANTE DI RITRATTISTI ITALIANI CONTEMPORANEI"
  • 1963 Bari - CIRCOLO DELLA VELA; New York - GALLERIA FRANKEL'S; Lucca - GALLERIA G. GIORDANO
  • 1964 Roma - Colle Oppio "III° FIERA D'ARTE" "GEMELLAGGIO ARTISTICO" Roma - Parigi; Lago d'Iseo 1969 MOSTRA D'ARTI FIGURATIVE 110 PREMIO "PILZONE" CENTRO TURISMO Olivella
  • 1965 Roma - l° MANIFESTAZIONE D'AUTUNNO DEGLI ARTISTI MARGUTTIANI
  • 1966 Roma - via Veneto "I° PREMIO INTERNAZIONALE DI PITTURA ESTEMPORANEA"; Roma - Palazzo delle Esposizioni "III° MOSTRA D'ARTE ORGANIZZATA DALLA M.A.CE.M.; New York - Galleria Frankel's; Roma - Colle Oppio "V° FIERA D'ARTE"; Verona - Palazzo Gran Guardia "III° MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE MODERNA" I° PREMIO SUGLI "ASPETTI DEL NATALE ROMANO" CENTRO GIORNALISTICO V. COLONNA I° PREMIO "ASPETTI DEL NATALE DI ROMA"
  • 1967 New York - Galleria Frankel's; Roma - via Giraud "I° TROFEO DI PITTURA E SCULTURA"; Roma - PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI "SETTEMBRE ROMANO"; Roma - via Margutta "XIX° Fiera d'Arte". PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI DI ROMA "CONCORSO METROPOLIS FILM" inaugurato dal Ministro Andreotti Roma - GALLERIA COMUNALE Roma - I° RASSEGNA D'ARTE CONTEMPORANEA (LUPA CAPITOLINA)
  • 1968 Roma - GALLERIA TRITONE AL NAZARENO "Mostra Personale"; New York - GALLERIA FRANKEL'S; Roma - GALLERIA COMUNALE D'ARTE MODERNA "VI° BIENNALE ROMANA"; Roma - via Margutta "XX° FIERA D'ARTE; Roma - Palazzo Valentini "I° MOSTRA DI PITTURA CONTEMPORANEA"; Bari CIRCOLO RICREATIVO ENEL "l° MOSTRA DI PITTURA CONTEMPORANEA"; Roma - PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI "Gemellaggio Roma-Napoli"; I° MOSTRA D'ARTE STEFER PREMIO VIAREGGIO "IL PANE DEI CARCAMANO"
  • 1969 Bari - CIRCOLO DELLA VELA "Mostra Personale"; Roma - GALLERIA VECCHIA PINETA "Mostra Personale";Campobasso - GALLERTA KRISTIANIA Roma "SALONE KRISTTANIA" organizzazione de "Il Poliedro" Albano Laziale - RASSEGNA DI ARTI FIGURATIVE
  • 1970 Roma - GALLERIA MICHELANGELO "Mostra Personale"; Roma - GALLERIA VECCHIA PINETA "Mostra personale"; Roma - via Margutta "XXII° FIERA D'ARTE" Ostia Lido - III° RASSEGNA D'ARTE LIDENSE "PREMIO TIBIDABO D'ORO" XXVI° FIERA D'ARTE di via Margutta RASSEGNA NAZIONALE DI ARTI FIGURATIVE "ACCADEMIA LA FUCINA"
  • 1971 Campione d'Italia - "VIA MARGUTTA A CAMPIONE - MOSTRA D'ARTE CONTEMPORANEA"; Roma - GALLERIA IL CAPRICORNO "Mostra Personale"
  • 1972 Roma - GALLERIA IL CAPRICORNO "Mostra Personale"
  • 1973 Roma - via Margutta "IL MARGUTTONE" - patrocinato dal Comune di Roma
  • 1974 Roma - GALLERIA IL CAPRICORNO "Mostra personale" - Roma PALAZZO MARGUTTA - Roma TARTAGLIA ARTE - Sezione speciale opere d'arte
  • 1975 Roma - Palazzo delle Esposizioni "X Quadriennale d'Arte"
  • 1976 Roma - GALLERIA ALPHA CENTAURI; Roma - GALLERIA LA FALENA; Roma - GALLERIA "IL CAPRICORNO" mostra personale.
  • 1979 Roma - GALLERIA "IL CAPRICORNO" mostra personale I° EDIZIONE PREMIO "Il Muretto" Alassio un fatto di cronaca - Palazzo delle Esposizioni XXI° MOSTRA D'ARTE di via Margutta
  • 1980 Roma - GALLERIA LO SCORPIONE "Mostra Personale"; Roma - GALLERIA ITALIANA D'ARTE MODERNA "Mostra Personale"; Roma - GALLERIA Balduina "Mostra Personale"; Roma - GALLERIA PALAZZO MARGUTTA "Mostra Personale"
  • 1982 Roma - GALLERIA IL CAPRICORNO "Mostra Personale"
  • 1983 Firenze - GALLERIA INTERNAZIONALE GAI Via Tornabuoni - Roma TARTAGLIA ARTE GALLERIA "NOCCHIA" Civitavecchia Roma - GALLERIA DI MARCO - Germania, Gladbeck -"Art Fontana Erika"; Napoli - ART GALLERY "De Gregorio"; Taranto - GALLERIA D'ARTE "Del Core"
  • 1984 Roma - GALLERIA IL CAPRICORNO "Mostra Personale"; Viterbo - GALLERIA CONTEMPORANEA d'Arte M. Nocchia - Reggio Calabria "Arte Oggi" Palermo GALLERIA D'ARTE CONTEMPORANEA "Florentia"
  • 1985 Civitavecchia - GALLERIA LA PACE; Roma - TARTAGLIA ARTE "Arte oggi"; Reggio Calabria GALLERIA D'ARTE; Reggio Calabria - GALLERIA D'ARTE PIANCARANI; Teramo- GALLERIA DI OTTAVIO
  • 1986 Roma - GALLERIA IL CAPRICORNO "Mostra Personale"; Viterbo - GALLERIA S. LORENZO Roma TARTAGLIA ARTE "Sezione Speciale opere d'Arte"; Padova - EURODARTE DE RITA
  • 1988 Bari - GALLERIA MODERNA BARBONE; Cosenza - GALLERIA D'ARTE CONTEMPORANEA Le Gardin de l'Arte Roges di Remde; Roma - GALLERIA TUSCOLANA "Tartaglia Arte"; Santa Maria a Vico (CE) - CENTRO D'ARTE "Il Cuneo"; Messina - GALLERIA PRESTIPINO
  • 1989 Viterbo - GALLERIA D'ARTE S. LORENZO; Cosenza - GALLERIA D'ARTE CONTEMPORANEA Le Gardin (le l'Arte Roges di Remde; Roma - TARTAGLIA ARTE SEZIONE SPECIALE OPERE D'ARTE; Palermo "Galleria d'Arte Florentia"; Cosenza - "L'incontro"
  • 1990 Roma - CENTRO INTERNAZIONALE ARTISTI CONTEMPORANEI "Premio Primavera" - Patrocinato dal Comune di Roma; Roma - GALLERIA TARTAGLIA ARTE "Sezione speciale opere d'arte" CENTRO D'ARTE "Il Cuneo" Santa Maria a Vico (CE) - Palermo GALLERIA D'ARTE CONTEMPORANEA "Florentia" ARTE OGGi - Personale GALLERIA CORALLO - Bari; Crotone - "Il Cubo"; Torino - CENTRO D'ARTE VERNELLI
  • 1991 Roma - Palazzo Valentini, Sala del Consiglio - PRESIDENZA DEL CONSIGLIO URPL (UNIONE REGIONALE DELLE PROVINCE DEL Lazio) - Assessorati Cultura del Comune di Roma della Provincia di Roma e della Regione Lazio - Assessorato al Bilancio della Provincia di Roma - TARTAGLIA ARTE ROMA - Sezione Speciale Opere Arte

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi per es. alcuni titoli delle opere di quel periodo: Piazzetta del Sud - Il ragazzo con il somarello - Le comari - Uomini di paese - Cantastorie. I colori predominanti: ocre dorate, bruni, verdi intensi e bianchi calcinosi. Cfr. Note biografiche.Consultato 22/05/2011
  2. ^ Cfr. critica artistica su Quadrato Edizione d'Arte, Milano 2001
  3. ^ Cfr. apprezzamento critico su Arte Nocchia. Consultato 27/05/2011
  4. ^ Giovanni Omiccioli, scheda
  5. ^ Scuola Romana, Alberto Ziveri
  6. ^ Eliano Fantuzzi su Firenze Art. Consultato 22/05/2011
  7. ^ Cfr. intervista all'artista, su video rif. collegamenti esterni
  8. ^ Jean Richard Bouvier, Università di Parigi, in Raffaele Frumenti. La Commedia Umana (1991).
  9. ^ Cf ibid., p.39
  10. ^ Raffaele Frumenti. La Commedia umana, Roma 1991, p.25

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]