Rafael Méndez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rafael Méndez (26 marzo 190615 settembre 1981) è stato uno dei più grandi trombettisti della storia di questo strumento.

Musicista sin dalla tenera età, Mendez è stato cornettista per Pancho Villa.[1] Mendez è entrato nella legenda per il suo timbro, la sua estensione e la sua tecnica. Il suo pezzo più famoso è il "Moto Perpetuo" scritto da Paganini per violino. Nella sua versione, Méndez usa la tecnica del doppio colpo di lingua e la respirazione circolare per dare l'illusione di non prendere il respiro per più di quattro minuti.

Il suo repertorio è stato un misto di musica classica, popolare, messicana e jazz. Méndez ha contribuito con numerosi arrangiamenti e composizioni originali al repertorio per tromba. Il suo "Scherzo in Re Minore" si sente spesso nei recitals, ed è stato registrato da David Hickman.

Quando fu vicino al ritiro, Méndez chiese ad un suo collega trombettista, Tom Hernandez (che aveva studiato sotto Méndez e Maurice André) di occuparsi dei suoi spettacoli solisti, ma Tom rifiutò per continuare ad occuparsi delle proprie opere.

Nel 1967 esce l'album ...Together, Rafael Mendez And Laurindo Almeida per la Decca.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Celebrating the 100th Anniversary of the Birth of Legendary Trumpet Player Rafael Méndez in e-Notes, the online newsletter of the School of Music, Arizona State University. URL consultato il 23 aprile 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 17433701

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie