Rafael Arévalo Martínez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rafael Arévalo Martínez (Quetzaltenango, 25 luglio 1884Città del Guatemala, 12 giugno 1975) è stato uno scrittore guatemalteco.

Esponente del cosiddetto realismo magico, tra le sue opere si citano Maya (1911), Gli addormentati (1914) Le rose di Engaddi (1927), L'uomo che pareva un cavallo (1914), Il mondo delle maharachias (1939), Viaggio a Ipanda (1939), Ecce Péricles (1947).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 93585247

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie