Radiografia (pnd)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Controlli non distruttivi
Correnti indotte
Corrente parassita
Controllo ultrasonoro
Emissione acustica
Liquidi penetranti
Magnetoscopia
Metodo neutronico
Radiografia
Termografia
TOFD, Ispezione ad ultrasuoni
Progetto Manutenzione

La radiografia si basa sull'utilizzo dei raggi X e sull'effetto di frenamento dovuto all'interazione tra materia e radiazione.

Inventata da parte di Wilhelm Conrad Röntgen nel 1895, ha subìto numerosi sviluppi e da questa son nate altre tecniche diagnostiche. Con l'avvento delle tecniche digitali la radiografia tradizionale è profondamente mutata nelle tecniche e nei metodi, senza però perdere il suo importante ruolo di metodica diagnostica. l tradizionale sistema con pellicola e potter viene sostituito da un sensore di immagini in silicio amorfo delle dimensioni di 43x43cm, posto in un bucky dotato di griglia anti-scatter e camera AEC integrate, gestito da una workstation digitale su piattaforma PC WindowsTM DICOM compatibile. È garantita la piena compatibilità DICOM-3 per le modalità Print, Send, Retrieve, Worklist. È possibile applicare un sistema di auto-allineamento tra la sorgente radiogena ed il rivelatore digitale presente nel tavolo, o posto nello stativo digitale verticale. Il sistema offre anche collimazione automatica ed un indicatore laser luminoso per la verifica dell'allineamento fascio-detettore.

La radiografia è uno dei metodi di controllo non distruttivo più usati nel settore aerospaziale e nucleare. Si usa per la diagnostica di imperfezioni alla struttura dei materiali (serbatoi, tubazioni, reattori, eccetera).