Racconti romani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonomo film, vedi Racconti romani (film).
Racconti romani
Autore Alberto Moravia
1ª ed. originale 1954
Genere raccolta di racconti
Lingua originale italiano

Racconti romani è una raccolta di settanta racconti di Alberto Moravia, contenenti degli stralci di vita quotidiana nella Capitale nel secondo dopoguerra, narrati ognuno in prima persona, vicende con differenti protagonisti di qualsiasi condizione sociale. Si va infatti dal povero perseguitato dalla fame all'uomo di condizioni modeste che incorre in una comunità di persone poverissime fino alle vicissitudini di cittadini agiati, in grado già di possedere un'automobile o di intraprendere una luna di miele in una località distante. A fare da sfondo la realtà romana in un'epoca di transizione, quella della ricostruzione, che si lascia alle spalle gli orrori delle Seconda guerra mondiale, intravedendo l'imminenza del "boom economico" di là un decennio a venire.

L'autore Moravia in Racconti Romani riesce, attraverso la descrizione dei personaggi a dare un'idea chiara di come fosse la vita dopo la Seconda guerra mondiale. Lo scrittore dimostra una notevole capacità di osservazione, grazie alla quale riesce a inquadrare la gente e a saperne poi raccontare solamente con uno sguardo. Quest'abilità nel capire cosa spinge realmente un individuo è dovuta, come lo stesso scrittore afferma, alla tubercolosi ossea che Moravia contrae da ragazzo. La malattia lo costringe a letto per molti anni, che egli trascorreva leggendo e osservando ciò che lo circonda.

Edito dapprima in due volumi, Racconti romani e Nuovi racconti romani, pubblicato due anni dopo sull'onda del successo del primo, la raccolta è stata unita in un solo volume, conosciuto anche come Racconti.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura