Raúl Argemí

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Raúl Argemí (La Plata, 1946) è uno scrittore argentino.

Scrittore argentino vive attualmente nel suo paese natale, dopo 12 anni passati a Barcellona. Da giovane è stato attore, regista e autore teatrale e militante del gruppo terrorista ERP. Fu arrestato durante il governo della presidente Maria Estela Martinez de Peron per l'assasinio del giudice Jorge V. Quiroga perpetrato insieme al suo compagno del ERP Marino Amador Fernández il giorno 28 aprile 1974. Nel 1980 furono entrambi condannati a 18 anni di detenzione per questo omicidio, ma pochi anni dopo furono amistiati. Il suo romanzo di debutto è El Gordo, el Francés y el Ratón Pérez pubblicato nel 1997.

In Italia La Nuova Frontiera ha pubblicato tre suoi libri, nel 2006 Penultimo nome di battaglia, nel 2008 Patagonia ciuf ciuf e nel 2010 L'ultima carovana della Patagonia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN80389095 · LCCN: (ENnr96045024 · ISNI: (EN0000 0000 7825 1249 · GND: (DE135962471 · BNF: (FRcb150144066 (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie