Repubblica Socialista Sovietica Lituana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da RSS Lituana)
Lituania
Lituania – Bandiera Lituania - Stemma
(dettagli)
Motto: Visų šalių proletarai, vienykitės!
(Proletari di tutto il mondo, unitevi!)
Lituania - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Lietuvos Tarybų
Socialistinė Respublika (1940-1991)
Lingue parlate russo, lituano
Inno inno della RSS Lituana
Capitale Vilnius
Dipendente da URSS URSS
Politica
Forma di Stato Stato comunista
Forma di governo Stato a partito unico
Nascita 21 luglio 1940
Fine 1991 con Vytautas Landsbergis
Territorio e popolazione
Territorio originale 65 200 k
Popolazione 3 689 779  nel 1989
Economia
Valuta rublo sovietico (lituano rublis)
Varie
Prefisso tel. +7 012
Evoluzione storica
Succeduto da Lituania Lituania
Ora parte di Lituania Lituania

La Repubblica Socialista Sovietica di Lituania (in lituano Lietuvos Tarybų Socialistinė Respublika, in russo Литовская Советская Социалистическая Республика, Litovskaja Sovietskaja Socialistitchieskaja Riespublika) fu una delle repubbliche socialiste che furono forzosamente annesse e parte dell'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche dal 1940.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il patto di non aggressione tra l'URSS e la Germania nazista, conosciuto come patto Molotov-Ribbentrop, il 23 agosto 1939, la Lituania si vide rientrare sotto l'influenza nazista; ma quando la Lituania rifiutò di unirsi all'attacco tedesco alla Polonia, essa venne lasciata al controllo sovietico. E fu così che il 15 giugno 1940, dopo un ultimatum, l'Armata Rossa invase lo stato, e fu instaurato un governo provvisorio fedele all'URSS, a cui seguirono delle elezioni in cui solo il Partito Comunista poté presentare dei candidati. Il neo-eletto "Parlamento del Popolo" richiese l'annessione all'Unione Sovietica, richiesta che fu accolta il 3 agosto 1940: nacque così la Repubblica Socialista Sovietica Lituana. Nel 1941, a causa dell'invasione nazista, la Lituania subì gravi perdite anche tra i civili; ma nel 1944 venne riconquistata dall'Armata Rossa e così iniziò il suo sviluppo come Repubblica Socialista Sovietica.

Inno[modifica | modifica wikitesto]

(lingua lituana)


Tarybinę Lietuvą liaudis sukūrė,
Už laisvę ir tiesą kovojus ilgai.
Kur Vilnius, kur Nemunas, Baltijos jūra,
Ten klesti mūs miestai, derlingi laukai.
Tarybų Sąjungoj šlovingoj,
Tarp lygių lygi ir laisva,
Gyvuok per amžius, būk laiminga,
Brangi Tarybų Lietuva!

Į laisvę mums Leninas nušvietė kelią,
Padėjo kovoj didi rusų tauta.
Mus Partija veda į laimę ir galią,
Tautų mūs draugystė kaip plienas tvirta.
Tarybų Sąjungoj šlovingoj,
Tarp lygių lygi ir laisva,
Gyvuok per amžius, būk laiminga,
Brangi Tarybų Lietuva!

Tėvynė galinga, nebijom pavojų,
Tebūna padangė taiki ir tyra.
Mes darbu sukursim didingą rytojų,
Ir žemę nušvies komunizmo aušra.
Tarybų Sąjungoj šlovingoj,
Tarp lygių lygi ir laisva,
Gyvuok per amžius, būk laiminga,
Brangi Tarybų Lietuva!

(traduzione italiana)


La Lituania sovietica fu creata dal popolo,
che combatté a lungo per la libertà e la verità.
Dove Vilnius, dove Nemunas, dove il Mar Baltico,
Fa' che le nostre città, campi fertili, prosperino.
Nella gloriosa Unione Sovietica,
tra gli eguali, eguale e libera,
vivi per sempre e sii felice,
cara Lituania sovietica!

Lenin ci ha illuminato il cammino verso la libertà,
il grande popolo russo ci ha aiutato nella lotta.
Il partito ci ha condotto alla gioia e al benessere,
l'amicizia tra le nostre nazioni è solida come l'acciaio.
Nella gloriosa Unione Sovietica,
tra gli eguali, eguale e liberi,
vivi per sempre e sii felice,
cara Lituania sovietica!

La patria è valorosa, non temiamo pericoli,
fa' che i cieli siano pacifici e puri.
Con il nosto lavoro creeremo un grande domani,
e l'alba del comunismo illuminerà la Terra.
Nella gloriosa Unione Sovietica,
tra gli eguali, eguale e liberi,
vivi per sempre e sii felice,
cara Lituania sovietica!

Parole di: Antanas Venclova, modificate da V. Reimeris; Musica di: Balys Dvarionas e Jonas Švedas

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine di Lenin (2) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Lenin (2)
— 1958 e 1968
Ordine della Rivoluzione d'Ottobre - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Rivoluzione d'Ottobre
— 1970
Ordine dell'Amicizia tra i popoli - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Amicizia tra i popoli
— 1972