RATB

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RATB
Stato Romania Romania
Fondazione 1991 a Bucarest
Sede principale Bucarest
Settore trasporti
Prodotti trasporto pubblico
Sito web www.ratb.ro/
Tram snodato V2A n. 102 della "RATB" sulla linea 32
Filobus "Ikarus" 415T n. 5104 sulla linea 70
Filobus "Rocar Autodromo E812" n. 7460 sulla linea 91
Autobus Mercedes-Benz Citaro n. 4125 sulla linea 131
Autobus "Rocar Autodromo U812" n. 98 sulla linea 236
Autobus "Rocar De Simon U412" n. 102 sulla linea 601

RATB, acronimo di Regia Autonomă de Transport Bucureşti, è l'azienda di trasporto pubblico che gestisce i mezzi di superficie nella città di Bucarest, capitale della Romania.

Parco aziendale[modifica | modifica sorgente]

Autobus Iveco Effeuno n. 3342 sulla linea 221

Bucarest possiede una fitta rete di mezzi pubblici, costituita da oltre 2000 veicoli, prevalentemente autobus ed un discreto numero di tram (circa 500) e filobus (quasi 300).

La città possiede anche un'estesa rete sotterranea di metropolitana (4 linee, 71 km, 48 stazioni) che è gestita da un'altra società, la "Metrorex".

Esercizio[modifica | modifica sorgente]

Le linee autobus sono un centinaio, trenta sono tranviarie e venti sono filoviarie; l'azienda aderisce all'Uniunea Romana de Transport Public, organismo nazionale che riunisce gli operatori rumeni di trasporto pubblico.

Il servizio risulta efficiente e capillare anche per la frequenza dei passaggi, che invoglia i passeggeri ad utilizzare il mezzo pubblico e che accorcia i tempi di attesa alle fermate.

Criteri sull'assegnazione dei numeri di linea:

Tram[modifica | modifica sorgente]

  • linee urbane e suburbane (nn. 1-59)

Filobus[modifica | modifica sorgente]

  • linee urbane e suburbane (nn. 60-99)

Autobus[modifica | modifica sorgente]

  • linee urbane (nn. 100-399)
  • linee suburbane (nn. 400-499)
  • linee speciali (nn. 600-699) (es. 601 linea scolastica)
  • linee express (nn 700-799) (es. 783 linea per l'aeroporto)

Parco aziendale[modifica | modifica sorgente]

È in corso un processo di rinnovamento degli autobus costruiti prima del 1989, a marchio "Dac" e "Ikarus", con nuovi Mercedes-Benz Citaro già parzialmente circolanti (saranno 500 quando sarà ultimata la fornitura): sono dotati di pianale ribassato e pedana retrattile per invalidi.

Il ricambio delle vetture era cominciato anni addietro quando erano stati introdotti modelli italiani (Iveco Effeuno) ma soprattutto quando era nata una fattiva collaborazione tra l'industria rumena "Rocar" e le italiane "Autodromo" e "De Simon" che ha prodotto autobus e filobus dall'inconfondibile design italiano, qui a lato raffigurati.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]