Rüstem Pascià

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Rustem Pasha in lingua turca ottomana رستم پاشا, in bosniaco e croato: Rustem-paša Opuković, (Skradin, 1500 circa – 10 luglio 1561) è stato un generale e politico croato naturalizzato ottomano, gran visir di Solimano il Magnifico. Egli è anche noto come Damat Rustem Pasha.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La Moschea di Rustem Pasha (al centro), con la Moschea di Solimano (in alto a destra) dedicata a Solimano il Magnifico.

Rustem Pasha nacque a Skradin.[1] Giunse ad Costantinopoli ancora bambino[2], dove si costruì una grande carriera militare. Il 26 novembre 1539 sposò la principessa Mihrimah Sultana, figlia di Solimano il Magnifico e di Roxelana. Egli divenne poi gran visir per due diversi periodi; il primo 1544–1553 ed il secondo 1555–1561, fino alla sua morte. Come Gran Visir raggiunse una grande ricchezza ed impiegò il suo patrimonio nella costruzione di edifici pubblici, moschee e fondazioni di beneficenza. Alla sua morte, i suoi beni personali comprendevano 815 terreni in Rumelia e Anatolia, 476 frantoi, 1.700 schiavi, 2.900 cavalli da guerra, 1.106 cammelli, 800 Corani ed altro ancora. A lui è dedicata la Moschea di Rustem Pasha ad Istanbul.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fine (2006), p. 215.
  2. ^ Necdet Sakaoğlu (1993/94a): "İstanbul'un adları" ["The names of Istanbul"]. In: 'Dünden bugüne İstanbul ansiklopedisi', ed. Türkiye Kültür Bakanlığı, Istanbul.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • John Van Antwerp Fine, When Ethnicity Did Not Matter in the Balkans: A Study of Identity in Pre-Nationalist Croatia, Dalmatia, and Slavonia in the Medieval and Early-Modern Periods, Michigan, University of Michigan Press, 2006. ISBN 0-472-11414-X.
  • Albert Howe Lybyer, The government of the Ottoman empire in the time of Suleiman the Magnificent, Cambridge, Massachusetts, Harvard University Press, 1913. OCLC 1562148.
  • Walter B. Denny, Iznik: The Artistry of Ottoman Ceramics, Thames & Hudson, 2005. ISBN 0500511926.
  • Suraiyah Faroqhi, Subjects of the Sultan: Culture and Daily Life in the Ottoman Empire, I B Tauris, 2005. ISBN 1850437602.