Quo vadis? (film 1925)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quo vadis?
Paese di produzione Italia
Anno 1924
Durata 90 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere peplum, storico
Regia Gabriellino D'Annunzio, Georg Jacoby
Soggetto dal romanzo Quo vadis? (1894) di Henryk Sienkiewicz
Sceneggiatura Gabriellino D'Annunzio, Georg Jacoby
Produttore Arturo Ambrosio
Casa di produzione Unione Cinematografica Italiana
Fotografia Curt Courant, Alfredo Donelli, Giovanni Vitrotti
Musiche Cecil Copping (prima a New York, non accreditato)
Scenografia R. Ferro e G. Spellani (arredatori)
Costumi Armando Brasini
Interpreti e personaggi

Quo vadis? è un film muto del 1925 diretto da Gabriellino D'Annunzio e Georg Jacoby.

Tratto dall'omonimo romanzo, è una delle numerose versione cinematografiche dell'opera di Henryk Sienkiewicz. La storia era già stata portata sullo schermo nel 1912 con il Quo vadis? di Enrico Guazzoni, primo kolossal delle storia del cinema.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nerone è diventato imperatore, ma il suo animo è crudele e assetato di potere. Infatti ripudia sua moglie e sposa Poppea Sabina, ma poco tempo dopo uccide anche lei.
Inoltre l'imperatore è continuo contrasto con i cristiani, il nuovo rivoluzionario movimento religioso. Intanto un suo soldato Marco Vinicio si innamora di una giovane ragazza di nome Licia, ma di religione cristiana.
Ma il loro amore appunto è contrastato da Nerone a causa della religione di lei e così l'uomo li fa catturare e brucia Roma per poi dare la colpa ai nuovi ospiti di religione cristiana.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto da Arturo Ambrosio per l'Unione Cinematografica Italiana.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla First National Pictures, il film venne presentato in prima a New York il 15 febbraio 1925[1]. Alla prima furono eseguite come accompagnamento in sala le musiche di Cecil Copping che, però, non venne accreditato. In Italia, il film fu distribuito dall'Unione Cinematografica Italiana, uscendo in prima a Roma il 16 marzo 1925. In Finlandia, il film era uscito l'8 marzo, distribuito dall'Adams Filmi. Altre uscite furono quelle in Svezia, 22 agosto 1925 e poi, il 5 marzo 1928, in Portogallo[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b IMDb release info

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema