Quirino di Neuss

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Quirino di Neuss
Stefan Lochner, San Quirino di Neuss, san Cornelio e santa Caterina d'Alessandria (circa 1435)
Stefan Lochner, San Quirino di Neuss, san Cornelio e santa Caterina d'Alessandria (circa 1435)

Martire

Nascita I secolo
Morte 117
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 30 aprile
Attributi cavaliere con lancia, spada, falco e uno scudo a nove punte
Patrono di Neuss, Correggio, Gandino

Quirino di Neuss (Roma, I secoloRoma, 117) fu un tribuno romano vissuto tra il I ed il II secolo, che la tradizione cristiana ricorda come martire.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Egli si convertì al cristianesimo dopo aver visto i miracoli compiuti dai martiri Alessandro, Evenzio e Teodulo, giustiziati sotto l'imperatore Traiano. Venne battezzato assieme alla figlia Balbina e a sua volta subì il martirio per decapitazione il 30 marzo del 117. Fu sepolto nel cimitero di Pretestato sulla Via Appia. Un'epigrafe del V secolo ritrovata nel cimitero ne portava il nome.

Reliquiario di San Quirino di Neuss. Custodito nella basilica di San Quirino.

Un documento redatto a Colonia nel 1485 informa che il corpo del martire-tribuno venne traslato in Germania nel 1050, dono di papa Leone IX alla badessa Gepa, che lo portò nella città di Neuss sul Reno. La città eresse una basilica a suo nome nel 1206, nella quale il corpo del martire è tuttora custodito. Da questa città il culto del santo si diffuse in tutto il Nord Europa.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • San Quirino in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Controllo di autorità VIAF: 26993199