Quinto Remmio Palemone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Quinto Remmio Palemone (Vicenza, 5 circa – 65) è stato un grammatico romano.

Maestro di Marco Fabio Quintiliano, compose un trattato su vari argomenti grammaticali (l'Ars); il testo, perduto, può essere ricostruito grazie alle testimonianze dei grammatici posteriori e di Carisio.

Palemone seguiva la dottrina degli alessandrini, in particolar modo di Dionisio Trace. Secondo il suo punto di vista, l'alfabeto era composto da 23 lettere (5 vocales, 7 semivocales, 9 mutae più le due greche y e z).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]