Quiahuiztlan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sito archeologico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Glifo di Quiahuiztlan

Quiahuiztlan era uno dei quattro altepetl (stati) che diedero vita alla confederazione di Tlaxcala.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Situato sulle basse pendici di un monte vulcanico della costa del golfo di Veracruz, in Messico, fu occupata nel XVI secolo dalla cultura dei Totonachi. I suoi templi, i campi per il gioco della palla, le piazze e le residenze sono costruite sulle terrazze naturali ed artificiali della parte bassa della montagna. Il sito è famoso soprattutto per i suoi legami con il conquistador spagnolo Hernán Cortés. Gli scavi condotti a Quiahuiztlan sono opera di Alfonso Medellín Zenil e Ramón Arellanos Melgarejo, dell'Instituto Nacional de Antropología e Historia.[1]

All'inizio del XVI secolo Quiahuiztlan uscì per breve tempo dalla confederazione, sostituendo i propri missionari francescani con i domenicani. In seguito Quiahuiztlan si riunì a Tlaxcala, ma l'ipotesi di una nuova secessione fu continuamente usata come minaccia politica.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Timothy Darvill, Concise Oxford Dictionary of Archaeology, Oxford, Oxford University Press [2008], 2009, Glossario, ISBN 0-19-953405-5.
  2. ^ James Lockhart, The Nahuas After the Conquest: A Social and Cultural History of the Indians of Central Mexico, Sixteenth through Eighteenth Centuries, Stanford, Stanford University Press [1992], 1996, p. 207, ISBN 0-8047-2317-6 , OCLC 24283718.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di conquista spagnola delle Americhe