Queer as Folk (serie televisiva 2000)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Queer as Folk
Queer as folk logo.png
Logo della serie televisiva
Titolo originale Queer as Folk
Paese Stati Uniti d'America, Canada
Anno 2000-2005
Formato serie TV
Genere drammatico, erotico
Stagioni 5
Episodi 83
Durata 44-58 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Ron Cowen e Daniel Lipman
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Showtime, Warner Bros
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 12 gennaio 2000
Al 31 maggio 2005
Rete televisiva Showtime
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 3 dicembre 2007
Al in corso
Rete televisiva Iris
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 11 maggio 2006
Al 4 dicembre 2007
Rete televisiva Jimmy
Opere audiovisive correlate
Altre Queer as Folk
« Dovete sapere che tutto ruota intorno al sesso »
(Michael Novotny nel primo episodio della serie)

Queer as Folk è una serie televisiva statunitense prodotta tra il 2000 e il 2005 da Showtime e Temple Street Productions. Si basa sull'omonima serie televisiva inglese creata da Russell T. Davies.

Il titolo della serie nasce da un'espressione dialettale di alcune zone del nord dell'Inghilterra: «there's nought so queer as folk», che significa «non c'è nulla di così strano come la gente»; dove la parola queer in inglese significa, oltre che strano, anche omosessuale.

Queer as Folk segue le vicende di cinque uomini gay (Brian, Justin, Michael, Emmett e Ted) ed una coppia lesbica (Lindsay e Melanie) che vivono a Pittsburgh, in Pennsylvania. È stato aggiunto nella seconda stagione anche un altro personaggio maschile, Ben. La serie è stata girata in Canada: molte scene esterne nella chiesa di Toronto e nel Wellesley gay village. Il remake include numerose scene di sesso esplicito ed enfatizza di più l'aspetto sessuale rispetto alla serie originale.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

A questa versione statunitense di Queer as Folk hanno partecipato vari registi canadesi noti per i loro lavori indipendenti (Bruce McDonald, David Wellington, Kelly Makin, Jeremy Podeswa e Michael De Carlo per citarne alcuni) così come il famoso regista australiano Russell Mulcahy (Highlander - L'ultimo immortale) che ha diretto l'episodio pilota.

Gli sceneggiatori sono stati Ron Cowen e Daniel Lipman, che sono anche i produttori esecutivi delle serie con Tony Jonas, precedente presidente della Warner Bros Television. Altri sceneggiatori nelle ultime stagioni sono stati Michael Mac Lennan, Efrem Seeger, Brad Fraser, Del Shores e Shawn Postoff.

La serie Queer as Folk è ambientata nella città di Pittsburgh (Pennsylvania), che venne scelta per essere la più simile a Manchester. Dal momento a Pittsburgh non v'è una comunità gay così grande come quelle di San Francisco o New York, la maggior parte di tutte le scene sulla Liberty Avenue sono state filmate a Toronto, scelta come centro direttivo della serie per i suoi bassi costi di produzione e per l'affidabilità della sua industria televisiva e cinematografica.

Inizialmente la maggior parte degli attori mantenne ambiguo il suo orientamento sessuale alla stampa in modo tale da non provocare congetture tra i telespettatori. In seguito Randy Harrison (Justin), Peter Paige (Emmett), Robert Gant (Ben) e Jack Wetherall (Vic) hanno affermato di essere gay, mentre il resto del cast ha dichiarato di essere eterosessuale o ha evitato il pubblico dibattito sul proprio orientamento sessuale.

Showtime si preoccupò per la crescita dei costi di produzione dovuti all'aumento del dollaro canadese; secondo altri la rete televisiva non voleva essere reputata come una rete televisiva "solo gay" e per questo motivo cancellò lo show. Pubblicamente però sia Ron Cowen che Daniel Lipman affermarono di non aver progettato storie successive e si venne inoltre a sapere che l'attore Randy Harrison (Justin) non avrebbe preso parte alla sesta stagione. Showcase stava facendo ottimi guadagni grazie alla vendita degli spazi pubblicitari e prese in considerazione l'acquisto della serie, che si rivelò però troppo costosa.

Temi affrontati[modifica | modifica sorgente]

I controversi percorsi narrativi esplorati hanno incluso: il coming out, il matrimonio tra persone dello stesso sesso, l'uso e l'abuso di droghe per divertimento, l'adozione da parte di coppie dello stesso sesso, l'inseminazione artificiale, i vigilanti, le aggressioni contro i gay, il sesso sicuro, la sieropositività, la prostituzione minorile, i ministri di culto gay, la discriminazione sul posto di lavoro basata sull'orientamento sessuale, l'industria pornografica di Internet e i bug-chasers (individui sieronegativi che secondo la leggenda urbana cercano attivamente di diventare sieropositivi).

La serie si è fatta notare per la descrizione, in qualche modo franca, del modo di vivere e del sesso gay: le scene provocatorie abbondano a partire dal primo episodio che contiene la prima scena di sesso (che include masturbazione reciproca, sesso anale, e rimming) tra due uomini. Va comunque rilevato che nella quinta stagione la serie abbandona il tono scanzonato e irriverente dei primi episodi, dando maggior rilevanza alle grandi questioni politiche e sociali legati all'universo gay.

Malgrado la franca descrizione dell'uso di droga e del sesso promiscuo nel gay club, non si è mai manifestata l'attesa reazione dei conservatori.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Pittsburgh, inizio anni 2000. Brian Kinney incontra fuori da una discoteca il diciassettenne Justin Taylor e lo porta a casa con sé, iniziandolo alla sua vita sessuale. Justin si innamora subito di Brian del quale sembrava essere innamorato anche Michael Novotny, amico di gioventù di Brian e sfortunato in amore e vita sessuale come gli amici Emmett Honeycutt e Ted Schmidt. Nel frattempo Melanie Marcus e la sua compagna Lindsay Peterson (precedentemente resa gravida dalla donazione di sperma da parte di Brian) diventano mamme del piccolo Gus.

Justin, innamorato di Brian, inizia a perseguitarlo e inseguirlo ovunque; la madre del ragazzo scopre la sua omosessualità e la accetta con fatica, grazie anche all'interessamento di Debbie Novotny, la madre di Michael. Il padre non è altrettanto comprensivo e Justin è costretto ad andare a vivere fuori di casa. In seguito i due genitori divorziano e Justin va a vivere permanentemente da Brian. Grazie al suo innato talento per le arti figurative, viene ammesso all'Università delle belle arti di Pittsburgh.

Michael nasconde la sua omosessualità al lavoro e frequenta per un breve periodo una sua collega, ignara del fatto che sia gay. Va a convivere per quasi un anno con il medico David Cameron, che però lascia quando questi si trasferisce fuori città. In seguito conosce e sposa Ben Bruckner, un professore universitario sieropositivo, e con lui salva e adotta un ragazzo di strada. Micheal lascia il suo lavoro da commesso per dedicarsi a tempo pieno alla sua passione per i fumetti: compra una fumetteria e inizia a produrre, grazie alle abilità da disegnatore di Justin, un comic chiamato Rage (Furore).

Ted ha problemi a trovare un uomo e intraprende inizialmente una storia d'amore travagliata col tossicodipendente Blake. Viene licenziato dal suo lavoro come contabile perché sorpreso a guardare porno sul posto di lavoro e diventa manager di un sito web dedito proprio alla pornografia. Si innamora dell'amico Emmett, presto ricambiato; quando però perde il lavoro cade in depressione e ha una brutta esperienza con le droghe, il Crystal in particolar modo, che lo costringe a farsi ammettere in una casa di cura, dove a sorpresa ritrova Blake che nel frattempo si è disintossicato ed ha intrapreso il lavoro di consulente contro le dipendenze.

Emmett si convince di poter "guarire" e tornare etero frequentando un gruppo della Chiesa; presto si rende conto di amarsi così com'è e abbandona l'idea. Lavora per un certo periodo di tempo per il sito pornografico di Ted, sotto lo pseudonimo di Fetch Dixon, diventando una celebrità nell'ambiente LGBT.

Linz e Mel invece entrano in crisi a causa di Brian che non rinuncia ai diritti di genitore su Gus, impedendo a Mel di adottarlo e facendo sì che ella si senta sempre più esclusa dal nucleo famigliare. In seguito Brian decide di firmare i documenti; le due donne si sposano (anche se senza riscontro legale) e decidono di avere un secondo figlio, questa volta con l'ausilio di Michael, da cui nascerà una figlia chiamata poi Jenny Rebecca. Alla fine della quinta serie, subito dopo l'attentato al Babylon, decidono di trasferirsi in Canada.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Queer as Folk.

Guest star[modifica | modifica sorgente]

Nel decimo episodio dell'ultima stagione ha partecipato come guest star Cyndi Lauper, che ha omaggiato la serie con un nuovo arrangiamento della sua canzone Shine.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV originale
Prima stagione 22 2000-2001
Seconda stagione 20 2002
Terza stagione 14 2003
Quarta stagione 14 2004
Quinta stagione 13 2005

Messa in onda[modifica | modifica sorgente]

Su Showtime dopo ogni episodio appariva sullo schermo l'avviso: «Queer as Folk è una rappresentazione delle vite e degli amori di un gruppo di amici gay. Ciò non significa che rifletta tutti gli aspetti della società omosessuale». In Canada veniva invece trasmesso prima di ogni messa in onda e dopo gli spot pubblicitari il messaggio: «Questo spettacolo contiene scene di nudo, linguaggio esplicito e riferimenti sessuali: la visione è consigliata ad un pubblico adulto».

La serie divenne velocemente lo spettacolo numero uno di Showtime negli Stati Uniti: inizialmente rivolto ad un pubblico gay maschile, in seguito una considerevole fetta di spettatori si è rivelata essere costituita da donne eterosessuali.

La trasmissione ha avuto grande successo d'ascolto sia per la statunitense Showtime che per la canadese Showcase. Quest'ultima dovette allungare la messa in onda fino a un'ora e dieci minuti ad episodio per farci stare tutti gli spazi pubblicitari richiesti.

In Italia[modifica | modifica sorgente]

La messa in onda della serie TV Queer as Folk è stata più volte sabotata: è stato possibile vedere le prime tre stagioni e alcuni episodi della quarta su Gay.tv (canale satellitare) in lingua originale con sottotitoli in italiano. La serie è cominciata ad andare in onda dal 2002, dopo la serie originale inglese. La serie statunitense ha subito vari cambiamenti nella programmazione serale e notturna su questa emittente: ci sono state delle repliche di molti episodi e l'interruzione verso la fine della quarta stagione per «cause di forza maggiore». In un secondo momento la programmazione di Queer as Folk è stata spostata su Sky ed il canale Jimmy: la serie questa volta è stata presentata con un doppiaggio in italiano e riproposta per intero dalla prima stagione. Queer as Folk è stata poi trasmessa sul canale digitale terrestre Iris, in terza serata, dal lunedì al venerdì, per buona parte dell'inverno, per poi andare in onda a tarda notte a partire dalla primavera del 2008.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Gli attori della serie si sono ritrovati per la prima volta a Colonia in una convention chiamata Rise'n Shine dall'8 al 10 giugno 2012.
  • Peter Paige aveva sostenuto il provino per la parte di Ted, ma i produttori pensarono che sarebbe stato perfetto per interpretare Emmett.

Note[modifica | modifica sorgente]


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z