Queen Mary 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la nave da battaglia omonima, vedi HMS Queen Mary.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il transatlantico del 1934, vedi RMS Queen Mary.
RMS Queen Mary 2
La Queen Mary 2 nelle acque del Mare del Nord, nel porto di Amburgo.
La Queen Mary 2 nelle acque del Mare del Nord, nel porto di Amburgo.
Descrizione generale
Civil Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo Transatlantico
Classe Queen
Proprietario/a Cunard Line
Identificazione Capo commissario: Anfild Westrid
Ordinata 6 novembre 2000
Costruttori Chantiers de l'Atlantique
Impostata 4 luglio 2002
Varata 25 settembre 2003
Madrina Elisabetta II del Regno Unito
Completata 8 gennaio 2004
Entrata in servizio 12 gennaio 2004
Caratteristiche generali
Dislocamento 76 000
Stazza lorda 148 528 tsl
Lunghezza 345 m
Larghezza 41 m
Altezza alla cima del fumaiolo: 72 m m
Pescaggio 10,1 m
Propulsione CODLAG elettrico

2 generatori elettrici a turbina a gas
4 motori diesel-elettrici
4 Propulsori azimutali

Potenza: 117 MW
Velocità massima 30 nodi
Equipaggio 1 253
Passeggeri 2 620

[senza fonte]

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La Queen Mary 2 è un transatlantico britannico. È stata fino al varo della Freedom of the Seas la più grande nave passeggeri in ordine di grandezza (stazza) mai realizzata, ed è nel 2010 la terza nave da crociera più grande del mondo, dietro alla più grande nave passeggeri del pianeta, la Oasis of the Seas e alla già citata Freedom of the Seas. Costruita nello storico cantiere navale di Saint-Nazaire (Loira Atlantica) in Francia, la Queen Mary 2 appartiene alla storica compagnia Cunard Line e compie durante buona parte dell'anno un regolare servizio di linea espresso tra Southampton e New York (in 7 giorni) ed è quindi considerata come un transatlantico di linea e non come nave da crociera. Per questa ragione, ha delle caratteristiche strutturali ed estetiche che la rendono profondamente diversa dalle altre navi attuali: una prua slanciata, uno scafo più solido e rinforzato (che scende di diversi metri anche sotto la linea di galleggiamento e possiede circa il 40% di acciaio in più rispetto alla media), un lunghissimo bulbo a prua e delle prestazioni ragguardevoli (30 nodi di velocità massima). Le sue notevoli doti di equilibrio, stabilità e velocità le consentono di attraversare l'Atlantico in qualunque condizione durante tutto l'anno. Ha sostituito la Queen Elizabeth 2 nel 2008 nel ruolo di ammiraglia della Cunard Line. In virtù del suo ruolo di nave di linea la nave ha acquisito la sigla "RMS" (Royal Mail Ship) invece del convenzionale "MS".

Servizio e interni[modifica | modifica sorgente]

La Queen Mary 2 è organizzata come un transatlantico di linea anche negli interni e nel servizio: gli allestimenti sono particolarmente eleganti e raffinati e si ispirano alla storia della Cunard. La nave ospita 15 ristoranti/bar, 5 piscine (di cui 3 esterne); è inoltre previsto un Dress code molto rigoroso nelle diverse serate della traversata.

Incidenti[modifica | modifica sorgente]

Prima del varo, avvenuto il 25 settembre del 2003, in seguito alla visita dei familiari dei lavoratori del cantiere, una passerella d'imbarco cedette causando la morte di 16 persone e il ferimento di 30. Cause e responsabilità sono ancora in corso di indagine.

Attracchi[modifica | modifica sorgente]

A Southampton la manovra di attracco è particolarmente complessa: la Queen Mary 2 deve infatti compiere un giro su se stessa di 180° nel Solent per potersi posizionare correttamente presso il molo. A New York, diversamente da quanto accadeva con i transatlantici del passato, la Queen Mary 2 attracca a Brooklyn presso un terminal dedicato, per facilitare le operazioni di sbarco, imbarco e rifornimento (che avvengono in sole 10 ore, prima di fare ritorno in Europa). La nave risale il fiume Hudson verso il Luxury Liner Row solo in occasioni particolari.

Dati Tecnici[modifica | modifica sorgente]

La Queen Mary 2 è lunga 345 m e larga 41 m. Naviga alla velocità di crociera di 26 nodi (48 km/h) e può raggiungere una velocità massima di 35 nodi (62 km/h). La nave è spinta da quattro propulsori azimutali Rolls-Royce/Alstom "Mermaid" forniti di motori elettrici da 21,5 MW. La nave possiede anche tre eliche di prua di manovra.
L'energia elettrica, per alimentare i motori e tutti i servizi di bordo, è fornita da quattro motori diesel-elettrici Wärtsilä 16V 46C-CR da 16,800 kW (22,848 mHP) l'uno e da due generatori elettrici a turbina a gas GE LM2500+ da 25,060 kW (34,082 mHP)l'uno. La potenza totale installata è di 117 MW.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]