Queen Mary 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la nave da battaglia omonima, vedi HMS Queen Mary.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il transatlantico del 1934, vedi RMS Queen Mary.
RMS Queen Mary 2
La Queen Mary 2 nelle acque del Mare del Nord, nel porto di Amburgo.
La Queen Mary 2 nelle acque del Mare del Nord, nel porto di Amburgo.
Descrizione generale
Civil Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo Transatlantico
Classe Queen
Proprietario/a Cunard Line
Identificazione Capo commissario: Anfild Westrid
Ordinata 6 novembre 2000
Costruttori Chantiers de l'Atlantique
Impostata 4 luglio 2002
Varata 25 settembre 2003
Madrina Elisabetta II del Regno Unito
Completata 8 gennaio 2004
Entrata in servizio 12 gennaio 2004
Caratteristiche generali
Dislocamento 76 000
Stazza lorda 148 528 tsl
Lunghezza 345 m
Larghezza 41 m
Altezza alla cima del fumaiolo: 72 m m
Pescaggio 10,1 m
Propulsione CODLAG elettrico

2 generatori elettrici a turbina a gas
4 motori diesel-elettrici
4 Propulsori azimutali

Potenza: 117 MW
Velocità massima 30 nodi
Equipaggio 1 253
Passeggeri 2 620

[senza fonte]

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La Queen Mary 2 è un transatlantico britannico. È stata fino al varo della Freedom of the Seas la più grande nave passeggeri in ordine di grandezza (stazza) mai realizzata, ed è nel 2010 la terza nave da crociera più grande del mondo, dietro alla più grande nave passeggeri del pianeta, la Oasis of the Seas e alla già citata Freedom of the Seas. Costruita nello storico cantiere navale di Saint-Nazaire (Loira Atlantica) in Francia, la Queen Mary 2 appartiene alla storica compagnia Cunard Line e compie durante buona parte dell'anno un regolare servizio di linea espresso tra Southampton e New York (in 7 giorni) ed è quindi considerata come un transatlantico di linea e non come nave da crociera. Per questa ragione, ha delle caratteristiche strutturali ed estetiche che la rendono profondamente diversa dalle altre navi attuali: una prua slanciata, uno scafo più solido e rinforzato (che scende di diversi metri anche sotto la linea di galleggiamento e possiede circa il 40% di acciaio in più rispetto alla media), un lunghissimo bulbo a prua e delle prestazioni ragguardevoli (30 nodi di velocità massima). Le sue notevoli doti di equilibrio, stabilità e velocità le consentono di attraversare l'Atlantico in qualunque condizione durante tutto l'anno. Ha sostituito la Queen Elizabeth 2 nel 2008 nel ruolo di ammiraglia della Cunard Line. In virtù del suo ruolo di nave di linea la nave ha acquisito la sigla "RMS" (Royal Mail Ship).

Servizio e interni[modifica | modifica wikitesto]

La Queen Mary 2 è organizzata come un transatlantico di linea anche negli interni e nel servizio: gli allestimenti sono particolarmente eleganti e raffinati e si ispirano alla storia della Cunard. La nave ospita 15 ristoranti/bar, 5 piscine (di cui 3 esterne); è inoltre previsto un Dress code molto rigoroso nelle diverse serate della traversata.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Prima del varo, avvenuto il 25 settembre del 2003, in seguito alla visita dei familiari dei lavoratori del cantiere, una passerella d'imbarco cedette causando la morte di 16 persone e il ferimento di 30. Cause e responsabilità sono ancora in corso di indagine.

Attracchi[modifica | modifica wikitesto]

A Southampton la manovra di attracco è particolarmente complessa: la Queen Mary 2 deve infatti compiere un giro su se stessa di 180° nel Solent per potersi posizionare correttamente presso il molo. A New York, diversamente da quanto accadeva con i transatlantici del passato, la Queen Mary 2 attracca a Brooklyn presso un terminal dedicato, per facilitare le operazioni di sbarco, imbarco e rifornimento (che avvengono in sole 10 ore, prima di fare ritorno in Europa). La nave risale il fiume Hudson verso il Luxury Liner Row solo in occasioni particolari.

Dati Tecnici[modifica | modifica wikitesto]

La Queen Mary 2 è lunga 345 m e larga 41 m. Naviga alla velocità di crociera di 26 nodi (48 km/h) e può raggiungere una velocità massima di 35 nodi (62 km/h). La nave è spinta da quattro propulsori azimutali Rolls-Royce/Alstom "Mermaid" forniti di motori elettrici da 21,5 MW. La nave possiede anche tre eliche di prua di manovra.
L'energia elettrica, per alimentare i motori e tutti i servizi di bordo, è fornita da quattro motori diesel-elettrici Wärtsilä 16V 46C-CR da 16.800 kW (22.848 kHP) l'uno e da due generatori elettrici a turbina a gas GE LM2500+ da 25.060 kW (34.082 kHP)l'uno. La potenza totale installata è di 117 MW.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]