Queen: The Story of an American Family

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Queen: The Story of an American Family
Autore Alex Haley e David Stevens
1ª ed. originale 1993
Genere romanzo
Lingua originale inglese

Queen: The Story of an American Family è l'utimo libro di Alex Haley che, in seguito alla sua morte nel 1992, fu curato nel completamento dell'amico David Stevens.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel romanzo egli narra, come con Radici, l'altro ramo della sua famiglia, quella di suo padre. Ester è una schiava appartenente a un proprietario dell'Alabama di origini irlandesi, James Jamie Jackson, al quale si unisce dando alla luce, mesi dopo, una bambina mulatta di nome Queen Victoria, la protagonista del racconto. Il romanzo segue lo scorrere dei suoi anni in America, tra lo schiavismo, la guerra civile e la cattiveria spietata dell'intolleranza razziale dove, dopo tante sofferenze e privazioni, troverà la quiete nell'incontro e nell'unione con Alec Haley, mezzadro e traghettatore di fiume da cui avrà, tra i tanti figli, Simon Heley. Simon Heley insieme a Bertha Palmer avrà tre nipoti: Julius, George e in fine Alex, l'autore del libro. Mostrandoci un affresco storico, basato su ricordi e trasmissioni orali che Alex aveva appuntato, come con la storia di sua nonna Cynthia, narrando le vicende anche dell'altra sua nonna, Queen Haley.

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura