Quattro matrimoni e un funerale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quattro matrimoni e un funerale
Quattro matrimoni e un funerale.png
Una scena del film
Titolo originale Four Weddings and a Funeral
Paese di produzione Regno Unito
Anno 1994
Durata 117 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Mike Newell
Sceneggiatura Richard Curtis
Produttore Duncan Kenworthy
Produttore esecutivo Tim Bevan, Richard Curtis, Eric Fellner
Fotografia Michael Coulter
Montaggio Jon Gregory
Musiche Richard Rodney Bennett
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Quattro matrimoni e un funerale (Four Weddings and a Funeral) è un film del 1994 diretto da Mike Newell. Primo di una serie di film con Hugh Grant scritti dallo sceneggiatore Richard Curtis, è stato un successo inaspettato, diventando il primo film britannico per incassi al botteghino nella storia del cinema, con un ricavo di 244 milioni di dollari.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film segue le avventure di un gruppo di amici attraverso gli occhi di Charles, un inglese spesso timido e incline alle gaffes, perdutamente innamorato di Carrie, un'attraente americana che incontra ripetutamente ai matrimoni altrui e a un funerale.

St Michael's Church, Betchworth, una delle location del film

Il primo matrimonio è quello di Angus e Laura. Charles e il suo gruppo di amici single temono di non riuscire mai a sposarsi. In quest'occasione Charles incontra Carrie per la prima volta, trascorre una romantica notte con lei e se ne innamora, malgrado lei consideri il tutto una storia da una sola notte.

Il secondo matrimonio è quello di Bernard e Lydia, che si erano conosciuti al precedente matrimonio. Dopo la cerimonia Charles incontra Carrie, che gli presenta il suo fidanzato, Hamish, un ricco scozzese. Qui, Charles incontra una sua ex fidanzata, Henrietta, rinominata dagli amici "faccia di chiulo". Ella è ancora abbattuta per il termine della storia con Charles.

Nel terzo matrimonio, ambientato in un castello, la sposa è Carrie, che convola a nozze con il ricco fidanzato scozzese, davanti a Charles, sempre più depresso. Charles reincontra Henrietta, che però sta bene ed è più rilassata. Inoltre Fiona, un'amica di Charles, gli confessa di averlo sempre amato, sebbene lui non la ricambi. Durante il ricevimento di nozze, Gareth, amico omosessuale di Charles, è colto all'improvviso da un attacco di cuore.

Il funerale a cui si riferisce il titolo è infatti quello di Gareth, durante il quale un altro membro della compagnia, Matthew, compagno di Gareth, gli dedica la poesia Funeral Blues di W. H. Auden. Colpiti dalla purezza del sentimento che legava Gareth e Matthew, Charles e Tom discutono riguardo alla natura del vero amore.

Il quarto matrimonio è quello di Charles, che, per disperazione ma con scarsa convinzione, ha deciso di sposare Henrietta, soprannominata dai suoi amici "faccia di chiulo". In chiesa però, poco prima della cerimonia, Charles rivede Carrie che gli rivela di essersi separata dal marito qualche mese prima. Charles confida il tutto al fratello sordomuto David, che esprime due possibili scelte che il protagonista potrebbe intraprendere, non ricordandosene sul momento una terza. Sull'altare, quando il sacerdote chiede se qualcuno conosca una ragione per cui i due futuri sposi non dovrebbero essere uniti in matrimonio, David usa il linguaggio dei segni per dire a Charles di non commettere l'errore di sposare chi non ama: dopo la traduzione simultanea di Charles, alla domanda del sacerdote se egli ami un'altra donna, lui risponde "sì". Henrietta, in preda a una crisi di nervi per la seconda delusione, lo colpisce con un pugno al volto e fugge dalla chiesa.

Alla fine Carrie fa visita a Charles, che sta riavendosi dall'accaduto, per scusarsi. Charles le confessa di aver finalmente capito che la donna con cui lui vuole trascorrere insieme la sua esistenza non è quella che avrebbe sposato. Le propone quindi di vivere insieme senza il vincolo matrimoniale, chiedendole se questo fatto sia degno di considerazione da parte sua. Carrie risponde di sì.

Il film si chiude con una serie di foto che documenta come prosegue la vita dei vari personaggi della pellicola: tutti vengono ritratti nel giorno del loro matrimonio (con Matthew in compagnia del suo nuovo amore), tranne Fiona (ritratta ironicamente con il principe Carlo) ed i felicemente non sposati Carrie e Charles, in compagnia del loro bambino.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Gli attori durante la produzione del film sono stati costretti a portare i loro abiti da cerimonia a causa del budget molto ridotto.[senza fonte]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 il British Film Institute l'ha inserito al 23º posto della lista dei migliori cento film britannici del XX secolo.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Quattro matrimoni e un funerale (1994) - Box office / business, IMDb. URL consultato il 5 settembre 2013.
  2. ^ (EN) The BFI 100. URL consultato il 18-6-2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema