Quantificatore universale (simbolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
QuantificatoreUniversale.png

Il quantificatore universale è un simbolo scientifico, largamente usato in diversi campi della matematica (soprattutto in insiemistica e in logica); il viene detto quantificatore perché serve a indicare la grandezza o l'estensione di una affermazione ed universale perché l'estensione indicata è sempre totale: non per nulla, infatti, esso ha lettura "per ogni". La sua forma è quella di una lettera A maiuscola capovolta: ciò si deve all'iniziale della parola inglese All, che in italiano significa tutto.

Storia e utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Il quantificatore universale fu inventato nel 1879 insieme a quello esistenziale da Frege, celebre matematico del XIX secolo; egli si era posto il problema di tramutare in linguaggio matematico le proposizioni logiche aristoteliche che possedevano aggettivi come "tutti" e "qualche", non direttamente "traducibili".

Nonostante l'ideazione del concetto di quantificatore universale si debba dunque a Frege, furono Peirce e Peano ad inventare il simbolo utilizzato tutt'oggi: l'ideatore adoperava una scrittura diversa, che non sarebbe mai più stata sfruttata in seguito.

Come già detto sopra, l'uso del quantificatore universale è limitato alla matematica: esso viene adoperato in diversi tipi di proposizioni con il significato di per ogni, per ciascuno, per ognuno, qualunque; un esempio è il seguente

\forall x \quad \exist  y| x^2\,=\, y

che si legge "per ogni x esiste una y tale che x al quadrato è uguale a y". Esistono naturalmente numerosissimi altri casi che vedono il ∀ adoperato, ad esempio, insieme agli altri simboli della logica matematica (come et, vel o non).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica