Quando la moglie è in vacanza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Io la trovo un'estasi! »
(La ragazza interpretata da Marilyn Monroe)
Quando la moglie è in vacanza
The Seven Year Itch (Marilyn Monroe's skirt blows up).jpg
La famosa scena dell'aria proveniente dalla metropolitana che alza la gonna di Marilyn Monroe
Titolo originale The Seven Year Itch
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1955
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Billy Wilder
Soggetto George Axelrod
Sceneggiatura George Axelrod, Billy Wilder
Produttore Charles K. Feldman, Doane Harrison, Billy Wilder
Fotografia Milton R. Krasner
Montaggio Hugh S. Fowler
Effetti speciali Ray Kellogg
Musiche Alfred Newman, Sergei Rachmaninov
Scenografia George W. Davis, Lyle R. Wheeler
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Quando la moglie è in vacanza (The Seven Year Itch) è un film diretto dal regista Billy Wilder.

The Seven Year Itch nasce originariamente come una commedia teatrale in tre atti, opera di George Axelrod, e debutta al Fulton Theatre di New York il 20 novembre 1952. Nel cast dello spettacolo figura come protagonista maschile Tom Ewell, che verrà successivamente scritturato dalla 20th Century Fox per interpretare lo stesso ruolo nella versione cinematografica, mentre il ruolo della ragazza del piano di sopra era affidato a Vanessa Brown.

L'adattamento cinematografico esce nelle sale nel 1955 con il ruolo della ragazza affidato a Marilyn Monroe e diventa un successo di pubblico negli Stati Uniti. Una delle scene diventerà famosa, verrà citata e parodiata innumerevoli volte fino a diventare un'icona del cinema del XX secolo: la scena in cui, all'uscita da una sala cinematografica, su una griglia di aerazione, la bianca gonna di Marilyn Monroe viene sollevata dallo spostamento d'aria provocato dal passaggio di un treno della metropolitana.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver mandato moglie e figlio in vacanza nel Maine per farli sfuggire all'afa estiva cittadina, Richard Sherman conosce la giovane annunciatrice televisiva che ha preso in affitto l'appartamento sopra il suo.

La commedia gioca sul contrasto che vive il protagonista, tra la volontà di essere fedele alla moglie nonostante la temporanea solitudine e la tentazione di approfittare dell'occasione fortuita per sedurre l'affascinante vicina - caso vuole che egli abbia appena letto che la maggior parte delle infedeltà coniugali si consumi entro i primi sette anni dal matrimonio, da cui il titolo originale, che si può tradurre con "il prurito del settimo anno". Alcune scene rappresentano i voli di fantasia del protagonista, che immagina di riuscire a conquistare la ragazza, ma anche di venire tradito dalla moglie, dopo aver scoperto che un loro vicino di casa si trova in villeggiatura nella stessa località.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel doppiaggio in italiano del film la pianta che cade sulla chaiselongue di Sherman viene definita una pianta di patate, ma si può notare che è in realtà una pianta di pomodori. L'errore forse fu dovuto al fatto che in inglese la parola "tomato" (pomodoro) in gergo è uno dei tanti modi per dire "bella ragazza", infatti in inglese la pianta viene nominata "the tomato plant" (la pianta di pomodori). In italiano la battuta aveva senso solamente se sostituita con la pianta di patate:

Salve! Sono io, si ricorda? La patata del piano di sopra.

  • Nel film si citano attori di quell'epoca, ad esempio Richard Sherman (Tom Ewell) parlando con la ragazza (Marilyn Monroe) cita Gregory Peck o quando parla con Tom MacKenzie della ragazza in cucina dice Forse è Marilyn Monroe e infatti l'attrice che interpreta la ragazza è proprio lei. Quando la ragazza parla del suo lavoro cita Sarah Bernhardt.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Il film ha vinto nel 1956 il Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale per l'interpretazione di Tom Ewell.

Nel 2000 l'American Film Institute l'ha inserito al 51º posto della classifica delle cento migliori commedie americane di tutti i tempi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema