Ooredoo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Qtel)
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima azienda tunisina, vedi Ooredoo (Tunisia).
Ooredoo
Logo
Stato Qatar Qatar
Fondazione 1999
Sede principale Kuwait City, Doha
Settore Telecomunicazioni
Dipendenti 2.000
Sito web www.ooredoo.qa

Ooredoo (precedentemente nota come Qtel, abbreviazione di Qatar Telecom) è l'unico provider di telecomunicazioni presente in Qatar, nonché una delle maggiori compagnie dell'emirato (con 2000 impiegati). Fondata nel 1999, è quotata, oltre che alla borsa di Doha, alla London Stock Exchange, alla Bahrain Stock Exchange ed alla borsa di Abu Dhabi.

Provvede, inoltre, provvede a servizi di telefonia mobile che collegano il Qatar all'Oman con la Nawras, una joint-venture con la TDC A/S e alcuni partner dell'Oman. Nel 2006 ha intrapreso una partnership con la Korea Telecom.

A novembre dello stesso anno una legge del governo di Doha ha costretto la società a rompere il monopolio delle comunicazioni, con la conseguenza che ora la principale compagnia mobile del Qatar è la IctQATAR.

Nel febbraio 2013 cambiò il suo nome da Qtel a Ooredoo, trascrizione anglofona di "io vedo" in lingua araba.[1]

Attività pubblicitarie[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda, oltre che nella telefonia, è attiva anche nella sponsorizzazione di alcuni eventi sportivi, sempre come sponsor secondario. Due esempi sono il Gran Premio motociclistico del Qatar sul Circuito di Losail e l'ATP Masters Series di tennis di Amburgo.

Il vandalismo su Wikipedia nel 2006[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2006 alcuni anonimi eseguirono atti di vandalismo sulla versione in lingua inglese della pagina di Wikipedia dell'allora Qtel. Le modifiche a tale pagina furono bloccate in quasi tutto il Qatar, compresa la sede del canale televisivo satellitare Al-Jazeera. Poche ore dopo, tuttavia, il blocco fu rimosso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Qatar Telecom devient Ooredoo, BFM TV, 26 febbraio 2013. URL consultato il 28 aprile 2015.