Qiyas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il qiyas è nel diritto musulmano (fiqh) il ragionamento deduttivo che il giureconsulto musulmano (faqīh) è chiamato a esercitare qualora il disposto sciaraitico non fornisca una risposta chiara a un determinato dilemma giurisprudenziale e in caso su di esso non sia intervenuto, per risolvere la questione, neppure il "consenso dei dotti" (ijmā‘).

L'istituto è dunque praticamente identico al concetto romanistico dell'analogia iuris e trova estesa applicazione in tre scuole giuridiche musulmane sunnite su quattro, essendo esso ufficialmente rifiutato dal Hanbalismo, particolarmente critico in astratto sull'intervento personale (ray' ) del giureconsulto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]