Qazaqsa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Università del Kazakistan intitolata in Qazaqsa. KIMEP sta per "Kazakhstanskiy Institut Menedzhmenta, Ekonomiki i Prognozirovaniya" (Istituto di Gestione, Economia e Ricerche Strategiche del Kazakistan)

Il Qazaqsa è la lingua del Kazakistan scritta con l'alfabeto latino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Kazakistan è uno Stato parzialmente europeo (circa 1/7 del suo territorio si trova ad ovest del fiume Ural) ed è la nazione dell'Asia centrale che maggiormente risente di influssi dall'Europa, specialmente dalla Russia negli ultimi secoli. Come nel caso dell'alfabeto e della lingua russa, presente nella lingua kazaka in molti modismi linguistici.

Recentemente si sta manifestando nel governo di Astana, la nuova capitale, una nuova influenza dall'Europa: l'alfabeto latino.

Già dal febbraio 1926, al Primo Plenum del Congresso turcologico del Comitato centrale per il nuovo alfabeto turco nell'Unione Sovietica, fu deciso di usare l'alfabeto latino per la lingua Kazaka, grazie specialmente ai linguisti Polivanov e Jakovlev[1], che promossero l'uso dell'Alfabeto latino negli Stati turchi dell'Unione sovietica.

Dal 1927 al 1940 nel Kazakistan sovietico fu usato l'alfabeto latino, anche a seguito della decisione di Kemal Ataturk -appoggiata da quasi tutto il mondo accademico delle popolazioni turche- di occidentalizzare gli Stati turchi anche nel sistema di scrittura.

Fu usato specificamente l'alfabeto uniforme turco fino al 1940 quando Stalin lo fece sostituire con il cirillico, allo scopo di russificare i Kazaki (detti storicamente "Cosacchi"). All'interno dell'Unione Sovietica il linguaggio Kazaco usò obbligatoriamente l'alfabeto cirillico fino alla crisi del sistema comunista sul finire degli anni ottanta.

Situazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Soltanto dopo l'indipendenza del Kazakistan nel 1991 le autorità locali cercarono di sostituire il cirillico, anche allo scopo di rovesciare l'egemonia russa nel nuovo Stato indipendente. Infatti nei primi anni novanta erano russi circa il 40% degli abitanti del Kazakistan, ma detenevano quasi tutte le leve del potere socio-economico[2].

Francobollo della Poste del Kazakistan, in alfabeto latino e cirillico

Nel 2006 il Presidente Nursultan Nazarbajev propose di procedere lentamente -in un periodo di 15 anni- verso l'uso esclusivo del Qazaqsa in alfabeto latino, come si stava facendo nell'Uzbekistan ed era stato fatto con successo nell'Azerbaigian e nel Turkmenistan.

Questo progetto sarebbe costato 300 milioni di dollari USA, ma avrebbe rinforzato l'identità nazionale dei Kazaki e rinforzato i legami coll'Europa Unita e l'Occidente, secondo il Presidente kazako[3].

Il 13 dicembre del 2007, però, è stato lo stesso presidente Nazarbajev a sospendere il progetto. A suo avviso, “per più di settant’anni abbiamo scritto e letto in cirillico, e nel nostro Paese vivono più di 100 gruppi etnici; pertanto non dobbiamo aver fretta nel cambio di alfabeto, perché abbiamo bisogno di pace e stabilità". La questione linguistica, però, di tanto in tanto è tornata nel dibattito politico: nel 2011 alcuni intellettuali kazaki hanno proposto di togliere al russo lo status di lingua ufficiale, ma la proposta è stata respinta[4].

Attualmente alcuni siti web del governo sono disponibili sia in alfabeto cirillico che in alfabeto latino.

Tra questi quello ufficiale del governo del Kazakistan[5] e quello dell'Agenzia informativa statale[6], dove si trova anche la versione in Qazaqsa[7].

Alfabeto del Qazaqsa[modifica | modifica wikitesto]

Alfabeto latino del Kazakistan ("Khazakh latyn älîpbiî" in lingua Qazaqsa):

Alfabeto latino Kazaco (Qazaqsa)
A a Ä ä B b C c Ç ç D d E e F f G g Ğ ğ
H h X x I ı İ i J j K k Q q L l M m N n
Ñ ñ O o Ö ö P p R r S s Ş ş T t U u Ü ü
V v W w Y y Z z É é Ï ï Yu yu Ya ya


L'alfabeto del Qazaqsa possiede 38 differenti lettere, delle quali 11 sono vocali.

Il Kazaco è una lingua agglutinante, che utilizza l'armonia vocalica. La tipologia linguistica è quella del tipo Soggetto Oggetto Verbo. Alcuni esempi di termini ed espressioni comuni (in inglese e qazaqsa) si possono leggere qui.


Esempio di Qazaqsa:

Barlyq adamdar tumysynan azat ǧäne qadîr-qasietî men kûqyqtary teŋ bolyp düniege keledî

(Tutti gli uomini nascono liberi ed uguali in dignità e diritti).

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riferimenti al Primo Congresso Turcologico nell'Unione Sovietica
  2. ^ Van Schaaik, Gerjan. The Ninth International Conference on Turkish Linguistics p. 273
  3. ^ Kazakistan: Piano per sostituire il cirillico con l'alfabeto latino (in inglese)
  4. ^ Satrapia: Kazakhstan will not change constitutions language principles
  5. ^ Il sito in lingua qazaqsa
  6. ^ Inform Kazakhstan, il sito in lingua kazaka
  7. ^ Il sito in lingua qazaqsa

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Krueger, John. Introduction to Kazakh: Grammatical Outline, Kazakh Reader, Kazakh-English Phrasebook, and Kazakh-English Glossary. Indiana University Research Institute for Inner Asian Studies. Bloomington, 1980.
  • Manzelli, Gianguido. La formazione dell'Europa linguistica. Le lingue d'Europa tra la fine del I e del II millennio (capitolo:le lingue turche). La Nuova Italia. Scandicci, 1993. ISBN 882211261X
  • Van Schaaik, Gerjan. The Ninth International Conference on Turkish Linguistics in 1999. Turkic Languages 3, pag. 272-276.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]