Pyrrhura perlata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Parrocchetto panciacremisi
Pyrrhura perlata -captive-8a-1c.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Pyrrhura
Specie P. perlata
Nomenclatura binomiale
Pyrrhura perlata
(Spix, 1824)
Sinonimi

Pyrrhura rhodogaster

Il parrocchetto panciacremisi (Pyrrhura perlata Spix, 1824) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Si presenta con colorazione generale verde; taglia attorno ai 24 cm; testa di colore bruno azzurrino; la tipica zona a scaglie molto ampia sul collo e sulla gola, fino anche alla copertura delle orecchie; lo scudo molto ampio, a coprire petto e ventre, di un bel rosso; segno rosso sulla spalla, remiganti blu con punta nera, coda color vinaccia, ampia zona rossa sotto l'ala, visibile quando il soggetto è in volo. Ha anello perioftalmico chiaro, iride scura, becco e zampe nere. Gli immaturi differiscono per la quasi totale assenza di colorazione rossa; infatti compaiono solo poche macchiette sul ventre.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Vive nel Bacino del Rio delle Amazzoni nel Brasile settentrionale e nella Bolivia nord-orientale. Anche se non rischia ancora l'estinzione è sicuramente una specie vulnerabile, dato che il suo habitat è fortemente compromesso dalle attività umane: deforestazione e costruzione di dighe con conseguente allagamento delle foreste. In cattività non è diffusissimo ma si riproduce con una certa facilità.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Il suo habitat naturale è costituito da fitte foreste primarie, tuttavia si adatta anche ad ambienti deforestati. Depone nei tronchi cavi 3-4 uova che vengono incubate per 23 giorni; i «novelli» si involano a circa 7 settimane di vita.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) BirdLife International 2009, Pyrrhura perlata in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  • Collar, N. J. (1997). Crimson-bellied Parakeet (Pyrrhura perlata). Pp. 439 in: del Hoyo, J., Elliott, A., & Sargatal, J. eds. (1997). Handbook of the Birds of the World. Vol. 4. Sandgrouse to Cuckoos. Lynx Edicions, Barcelona. ISBN 84-87334-22-9

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]