Puya raimondii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Titanca
Puya raimondii 2.jpg
Infiorescenza di Puya raimondii
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Classe Liliopsida
Ordine Poales
Famiglia Bromeliaceae
Genere Puya
Specie P. raimondii
Nomenclatura binomiale
Puya raimondii
Harms, 1928
Sinonimi

Pourretia gigantea

La Titanca (Puya raimondii Harms, 1928) è una pianta della famiglia delle Bromeliaceae, endemica delle Ande (Peru e Bolivia).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Cresce ad una altitudine di 3200 - 4800 m ed è la più grande delle Bromeliacee, raggiungendo e superando i 10 metri di altezza. La sua infiorescenza a pannocchia emerge dopo 80-150 anni di vita. Dopo la fioritura la pianta muore.

È descritto il caso di una titanca piantata nel 1958 quasi a livello del mare, nel giardino botanico della University of California, Berkeley, USA, che crebbe fino a 7,6 m e fiorì nell'agosto 1986, dopo soli 28 anni [senza fonte].

Scoperta[modifica | modifica sorgente]

Lo scopritore della titanca o puya è stato, nel 1830, il naturalista francese Alcide Dessalines d'Orbigny (1802-1857) nella regione di Vacas, Bolivia.[2] Poi Antonio Raimondi (1826-1890) la scoprì nella zona Chavín di Huantar, Perú, e nel 1874 le diede il nome di Pourretia gigantea Raimondi. Finalmente, nel 1928 il botanico tedesco Hermann August Theodor Harms (1870-1942) la nominò Puya Raimondii Harms.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica